Addio Juve, arriva il tesoretto da 100 milioni: mercato faraonico

Juve che ragiona sugli scenari futuri, la squadra di Allegri cambierà volto: tante cessioni importanti in vista, tesoretto da 100 milioni.

Dopo una scorsa stagione vissuta pericolosamente, con i trionfi in coppa Italia e in Supercoppa ma anche con una qualificazione in Champions afferrata solo all’ultima giornata, anche in questa annata la Juventus fa fatica. Bianconeri di certo in risalita rispetto all’avvio di stagione da horror, e che sono in striscia positiva in campionato da ben nove gare, ma continuano a non convincere e per entrare tra le prime quattro la strada è ancora lunga.

Addio Juve, arriva il tesoretto da 100 milioni: mercato faraonico
Massimiliano Allegri © LaPresse

Juventus, la Champions è ancora a rischio

Contro il Milan, a San Siro, uno 0-0 che allunga la striscia di risultati utili, ma una prestazione da parte degli uomini di Allegri se pur apprezzabile dal punto di vista della compattezza decisamente rivedibile da quello della proposta di gioco. Di fatto una sola vera occasione da gol, nel primo tempo con Cuadrado, per il resto poco o nulla. Il tecnico livornese, ritornato per aprire un nuovo ciclo vincente, sta trovando notevoli difficoltà e del resto ha già ammesso che lo scudetto potrebbe essere, forse, un traguardo realistico solo il prossimo anno, ma non è nemmeno detto che sia così. La dirigenza guarda al mercato, nell’immediato per cercare di raggiungere un quarto posto che sarebbe vitale per le casse societarie, e per il prossimo futuro per costruire le basi di una squadra rivista dalle fondamenta. In questa Juventus di fatto ci sono ben pochi fuoriclasse e occorre ripensare buona parte della rosa.

LEGGI ANCHE >>> Gelo totale, partenza sicura: ribaltone Dybala

Calciomercato Juventus, otto addii tra gennaio e giugno: è rivoluzione totale

Addio Juve, arriva il tesoretto da 100 milioni: mercato faraonico
Pavel Nedved e Maurizio Arrivabene © LaPresse

Non è un caso che oltre alle possibili operazioni in entrata (il sogno per l’attacco è Vlahovic) e al rinnovo di Dybala ancora in bilico, si pensi più che altro alle cessioni, per mettere da parte un ‘tesoretto’ da spendere in estate (o che permetta di recuperare il disavanzo di un eventuale assalto immediato a Vlahovic). Nei piani della dirigenza, potrebbe maturare un tesoretto da ben 100 milioni di euro, così ripartito. Gli addii a scadenza di De Sciglio e Bernardeschi alleggerirebbero il monte ingaggi di 6 milioni di euro. La cessione in lista gratuita di Ramsey farebbe risparmiare altri 7 milioni, gli stessi che si risparmierebbero da un addio di Rabiot, per il quale si potrebbe pensare di incassare circa 15 milioni. 6 i milioni che verrebbero risparmiati da una cessione di Alex Sandro, il cui cartellino, a giugno, potrebbe aggirarsi sui 10 milioni. Potrebbe partire già adesso invece Bentancur, vicino all’Aston Villa, e valutato circa 20 milioni di euro, con 2 milioni e mezzo di ingaggio risparmiato. Occhio anche ad Arthur, che potrebbe essere ceduto in prestito a giorni per un anno e mezzo all’Arsenal per un importo tra i 18 e i 20 milioni di euro, con un risparmio sull’ingaggio di altri 5 milioni, gli stessi che si risparmieranno in estate quando Morata non sarà riscattato.

LEGGI ANCHE >>> Ormai è finita, vuole andare via: addio Inter

Insomma, Arrivabene, Cherubini e gli altri avviano le grandi manovre. Serviranno a invertire la rotta?

Previous articleErjona Sulejmani, topless ‘apocalittico’ e non solo: “Ma quello è il pandoro?”
Next articleChi si rivede, Lulic torna in Serie A: colpaccio salvezza