Wimbledon, che show Berrettini-Hurkacz: partita pazzesca

Il sogno di Matteo Berrettini continua dalle semifinali. Oggi il tennista romano ha affrontato a Wimbledon il temibile polacco Hurkacz. L’esito della sfida 

Berrettini Wimbledon
Matteo Berrettini © Getty Images

Una nuova pagina di storia del tennis italiano attende Matteo Berrettini, impegnato oggi pomeriggio nelle semifinali del torneo di Wimbledon. Di fronte l’insidioso polacco  Hubert Hurkacz, numero 18 del mondo, capace di battere Roger Federer in tre set nel turno precedente. Preludio quindi ostico per l’azzurro che ha vissuto due precedenti contro l’avversario odierno con il quale ha vinto al secondo turno delle qualificazioni degli Australian Open 2018, prima di perdere invece nel primo turno del Masters 1000 di Miami 2019. Il vincitore del confronto diretto odierno affronterà nella finalissima di Wimbledon il vincente tra il serbo Novak Djokovic, numero 1 del mondo, e il canadese Denis Shapovalov.

LEGGI ANCHE —> Wimbledon, che partita Berrettini-Ivashka: gara fenomenale

LEGGI ANCHE —> Tennis, arriva l’annuncio shock di Sinner: tifosi spiazzati

Wimbledon, che show Berrettini-Hurkacz: fenomeno a tinte azzurre

L’avvio di gara è sin da subito positivo per Berrettini che dopo una fase di equilibrio riesce a prendere il largo contro Hurkacz grazie a 4 game di fila con i quali porta a casa il 1° set in appena 35′ di gioco. Un biglietto da visita niente male questo 6-3 che fa solo da preludio a quanto vedremo più avanti. Il secondo set è infatti un autentico dominio di un sontuoso Berrettini che con un parziale di 25 punti a 8 in questa ripresa riesce a chiudere per 6-0 mettendo il polacco alle corde definitivamente. Nel terzo set torna di gran carriera Hurkacz che grazie al Tie Break vince la ripresa per 7-6 allungando la sfida.

Berrettini però non si scompone e chiude la questione al quarto set vincendo 6-4 e raggiungendo una storica finale a Wimbledon.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Matteo Berrettini (@matberrettini)