Home News Caos Superlega, UFFICIALE: arrivano le sanzioni

Caos Superlega, UFFICIALE: arrivano le sanzioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:03
CONDIVIDI

La Federazione calcistica inglese, FA, ha optato per il pagamentoi di una multa per i 6 club un tempo aderenti alla Superlega: la situazione

Superlega Juventus
Superlega © Getty Images

Non si è ancora placato il caos scatenato nei mesi scorsi dalla vicenda Superlega, con nascita e declino nel giro di pochi giorni. Mirino puntato ora sui sei club inglesi che hanno prima accettato, e poi rifiutato la neonata competizione, uscendone per primi dopo una manciata di ore. Nello specifico arriva il comunicato ufficiale della Premier League in merito alle multe per i sei club che ne hanno preso parte inizialmente: Arsenal, Manchester City, United, Tottenham, Chelsea e Liverpool. 

LEGGI ANCHE >>> Diletta Leotta chiama l’estate ma i fan notano altro – FOTO

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, obiettivo scelto: assalto in casa Napoli

Caos Superlega, il comunicato UFFICIALE: fioccano le sanzioni

I sei club inglesi coinvolti nella vicenda Superlega hanno incassato una multa da parte della federazione britannica. La FA tramite il sito ufficiale della Premier ha pubblicato: “I sei club coinvolti nelle proposte per formare una Super League europea hanno riconosciuto oggi ancora una volta che le loro azioni sono state un errore e hanno riconfermato il loro impegno per la Premier League e il futuro del calcio inglese. Si sono scusati con tutto il cuore con i loro fan, i compagni di squadra, la Premier League e la FA. Come gesto di buona volontà, i club hanno concordato collettivamente di dare un contributo di 22 milioni di sterline, che andranno a favore del gioco, compresi nuovi investimenti a sostegno dei tifosi, del calcio di base e dei programmi comunitari”.

Infine: “Inoltre, i club hanno concordato di supportare le modifiche alle regole in modo che eventuali azioni simili in futuro portino a una detrazione di 30 punti. Ciascuno dei sei club, in tal caso, sarebbe anche soggetto a un’ulteriore multa di 25 milioni di sterline. La Premier League e la FA hanno lavorato a stretto contatto durante questo processo e questo accordo porta a conclusione entrambe le indagini sulla questione”.