Home Calciomercato Sarri Lazio, due suoi fedelissimi lo seguono a Roma

Sarri Lazio, due suoi fedelissimi lo seguono a Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00
CONDIVIDI

Maurizio Sarri pronto a firmare con la Lazio: arrivano anche le prime richieste dell’allenatore al patron Claudio Lotito. Due suoi fedelissimi sono pronti a seguirlo nella sua nuova avventura a Roma

Sarri Lazio
Maurizio Sarri © Getty Images

Maurizio Sarri, a meno di clamorosi colpi di scena, sarà il nuovo allenatore della Lazio. Prenderà il posto di Simone Inzaghi che ha accettato di prendere l’eredità di Antonio Conte all‘Inter (mancherebbe solamente l’ufficialità, ma il suo passaggio a Milano è cosa fatta).

Tornando all’ex Chelsea si tratterebbe della sua quarta esperienza in Serie A come allenatore dopo aver guidato l’Empoli, il Napoli e la Juventus. Dopo l’esperienza poco felice con i bianconeri (anche se è arrivata la vittoria dello scudetto) il sessantaduenne è pronto a mettersi nuovamente in gioco.

Per farlo, però, ha bisogno degli uomini giusti. Ed è per questo motivo che il direttore sportivo Igli Tare cercherà di accontentare le sue richieste. A Napoli ha lasciato buoni ricordi tra i giocatori: due di questi sono pronti a seguirlo nella sua nuova avventura.

LEGGI ANCHE >>> Lazio, il nuovo tecnico è già a Roma ma non è Sarri

Lazio, Sarri vuole Hysaj e Ghoulam

Ghoulam Lazio
Faouzi Ghoulam © Getty Images

Sono Elseid Hysaj e Faouzi Ghoulam i principali obiettivi di Maurizio Sarri per la sua Lazio. Per quanto riguarda il primo è in scadenza di contratto: il suo agente, Mario Giuffredi, ha più volte ribadito che il suo assistito non avrebbe rinnovato con gli azzurri perché dal Napoli nessuno si era fatto vivo. Sul terzino albanese, però, ci sono anche altre squadre di Serie A pronte a fiutare il colpo a parametro zero: anche la Fiorentina di Gattuso osserva con molto interesse la sua situazione.

Per quanto riguarda l’algerino la situazione è abbastanza complicata. Non dal punto di vista economico, ma da quello fisico. Il trentenne ha dovuto alzare bandiera bianca e terminare la stagione solamente il 7 marzo nella vittoria interna contro il Bologna, quando ha rimediato la rottura del legamento crociato. Non si tratta del primo infortunio per l’atleta, visto che è stato fermo per molti mesi a causa di: problemi al ginocchio (con conseguente operazione), frattura della rotula, altra operazione al crociato e vari infortuni muscolari.

Bisognerà convincere la stessa Lazio a puntare su un’atleta che è stato parecchio sfortunato (a livello di ko fisici) nel suo periodo in Italia.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Lazio, non solo Sarri: spunta il nome del grande ex