Milan, doppia squadra a disposizione di Pioli: che scelte

Stefano Pioli a sua disposizione ha di fatto una doppia squadra: analizziamo il Milan nel dettaglio e i campi a disposizione del tecnico emiliano.

Milan doppia squadra a disposizione Pioli scelte
Stefano Pioli © Getty Images

Il Milan ha iniziato la stagione di Serie A 2021/22 alla grande, conquistando due ottime vittorie contro Sampdoria e Cagliari, nelle quali ha dato prova in questa annata di voler essere tra le protagoniste assolute del campionato, proprio come la scorsa stagione.

Il club rossonero è inoltre autore di uno dei migliori mercati del campionato italiano, nel quale è riuscito a non cedere, escludendo gli addii a parametro zero di Donnarumma e Calhanoglu, nessun membro prezioso della rosa, e anzi, è uscito dalla sessione di calciomercato notevolmente rinforzato. Mister Pioli si trova così alla prese con una doppia rosa da gestire…

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, retroscena clamoroso: un big assoluto è stato ad un passo

LEGGI ANCHE >>> Juventus, esplode la bomba: i ‘senatori’ contro Dybala!

Milan, che mercato! Doppia squadra a disposizione per Pioli

Milan doppia squadra a disposizione Pioli scelte
Milan-Cagliari 4-1 © Getty Images

Il Diavolo nelle prime due uscite stagionali è andato in scena con il classico 4-2-3-1 di Pioli che ha decisamente convinto le aspettative dei tifosi. In particolare, nella partita contro il Cagliari, i titolari sono stati: Maignan, Calabria, Kjaer, Tomori, Hernandez, Tonali,Krunic, Saelemaekers, Brahim Diaz, Leao e Giroud.

I ben 4 gol realizzati dalla formazione rossonera danno ragione alle scelte effettuate da Stefano Pioli, che però allo stesso tempo in panchina può disporre di giocatori esperti come Florenzi, Romagnoli (seppur in calo nelle ultime stagioni), Bakayoko, Ibrahimovic (al momento infortunato), l’incognita Messias, e di giovani di ottima prospettiva come KaluluBennacer e Pellegri, e ricordandosi che Franck Kessiè, una volta smaltito l’infortunio, è pronto a tornare in campo. Il Milan con una rosa di questo livello, può ambire al sogno scudetto, che ai rossoneri manca dal lontano 2011?