Mirante o Tatarusanu, chi gioca? Pioli e la scelta obbligata: ecco il nuovo titolare

L’arrivo al Milan di Mirante apre un ballottaggio con l’altro portiere rossonero Tatarusanu: chi gioca? Pioli potrebbe aver già deciso.

La bruttissima notizia dell’infortunio rimediato da Mike Maignan ha spinto il Milan a compiere un vero e proprio blitz per assicurarsi un nuovo portiere.

Giacomo Burelli e Stefano Pioli © Getty Images

Da stamani infatti, Antonio Mirante, ex portiere della Roma, superate le visite mediche di rito e apposta la firma sul contratto, sarà un nuovo calciatore rossonero. Un’operazione lampo quella conclusa da Paolo Maldini e Ricky Massara che hanno deciso di mettere a disposizione di mister Stefano Pioli un estremo difensore di esperienza in vista del lungo stop del titolare Maignan. Adesso però è lecito chiedersi chi sarà il titolare tra Mirante e Tatarusanu: Pioli ha davanti a sé una scelta obbligata e le idee potrebbero essere già chiare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>>Sky-DAZN, clamoroso colpo di scena sui diritti TV: cambia tutto a stagione in corso?

Milan, Mirante o Tatarusanu? Ecco il nuovo titolare tra i pali

Milan doppia squadra a disposizione Pioli scelte
Milan-Cagliari 4-1 © Getty Images

Prima di compiere qualsiasi tipo di valutazione, Pioli verificherà in allenamento le condizioni di Mirante, rimasto fermo negli scorsi mesi dopo la chiusura della sua avventura in giallorosso. Dunque appare abbastanza scontato l’impiego dal primo minuto di Tatarusanu nell’incontro di sabato sera contro l’Hellas Verona. Poi però le cose potrebbero cambiare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>>Ibrahimovic ancora KO: “Com’è possibile? È finito”

In vista degli impegni di Champions League, le cose potrebbero farsi infatti complicate e una sana alternanza potrebbe giovare al Milan. In soccorso ai rossoneri pare arrivare il regolamento UEFA. Mirante è infatti attualmente fuori dalla lista Champions ma, grazie ad una deroga prevista dall’UEFA in merito agli infortuni dei portieri, potrebbe rientrare subito in lista. 

Il regolamento stilato dal massimo ente calcistico europeo cita testualmente: “se un club non può inserire almeno due portieri in Lista A a causa di lunghi infortuni o malattie (es. di 30 giorni), un club può sostituirlo temporaneamente in qualsiasi momento durante la stagione”. Dunque, Mirante potrebbe da subito far parte del gruppo rossonero anche in vista del prosieguo della fase a gironi della UCL.

In occasione di Porto-Milan potrebbe quindi venirsi a creare questo dualismo tra i due estremi difensori. Al momento, come già spiegato, a partire in vantaggio sia per gli impegni di campionato sia per quelli di coppa sarà proprio Tatarusanu. Ma le cose potrebbero cambiare presto. Mirante ci ha infatti abituati nel passato a scavalcare gerarchie che parevano consolidate. Pioli dovrà risolvere nelle prossime settimane questo dubbio che, da diverse ore, attanaglia tifosi rossoneri e fantallenatori.