Esonero in Serie A, prossima sfida decisiva: già scelto il sostituto

In caso di sconfitta nel prossimo turno di Serie A, sarebbe in arrivo un altro clamoroso esonero nel campionato nostrano…

Esonero Serie A prossima sfida decisiva Cagliari Mazzarri Semplici Atalanta
Serie A © Getty Images

Serie A, per Mazzarri la prossima sfida sarà decisiva

Attualmente è il club che occupa l’ultima posizione nella classifica di Serie A, a quota 6 punti. Stiamo parlando ovviamente del Cagliari, che in questa stagione, con una sola vittoria trovata fino ad oggi, e con una differenza reti in passivo di 12, si sta rendendo protagonista di una prima parte di annata horror.

Il club rossoblù, che nella scorsa stagione si salvò in extremis soprattutto grazie all’intervento a febbraio di Leonardo Semplici in panchina, in quest’annata di Serie A, dopo sole tre giornate, ha deciso di esonerare proprio il tecnico toscano, sostituendolo con Walter Mazzarri. Però, nonostante questo cambio in panchina, il rendimento della squadra è rimasto pressoché uguale, e a tal proposito il presidente rossoblù Giulini avrebbe già in mente un altro esonero in panchina, con il sostituto di Mazzarri già pronto

LEGGI ANCHE >>> Eriksen Inter, novità improvvisa: scambio a gennaio, torna a giocare

Esonero Serie A prossima sfida decisiva Cagliari Mazzarri Semplici Atalanta
Leonardo Semplici © Getty Images

Serie A, Mazzarri si gioca tutto sabato: Giulini ha già il nome del sostituto

Per Walter Mazzarri la prossima sfida in campionato, che sarà quella di sabato 6 novembre in casa contro l’Atalanta, potrebbe concretamente essere decisiva. Infatti il presidente del club Tommaso Giulini, nonostante le ultime dichiarazioni di rinnovata fiducia verso il tecnico, in caso di sconfitta contro la Dea, sarebbe pronto a compiere un altro esonero, sollevando Mazzarri dal suo incarico.

LEGGI ANCHE >>> Diritti tv Serie A, Sky-DAZN: arriva la decisione a sorpresa

Al suo posto l’ipotesi più conclamata è il ritorno di Leonardo Semplici, visto il suo contratto con il Cagliari ancora in essere. Il tecnico ex Spal infatti conosce bene la squadra rossoblù, e l’impressione è che il suo esonero dopo appena tre giornate sia stato decisamente affrettato, e lo stesso Giulini sarebbe pronto quindi a dargli una seconda chance. La parola ora va al decisivo match di sabato.