Home News Diritti tv Serie A, Sky-DAZN: cambia di nuovo tutto, utenti spiazzati

Diritti tv Serie A, Sky-DAZN: cambia di nuovo tutto, utenti spiazzati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:07
CONDIVIDI

Continua l’estenuante trattativa per i diritti tv della Serie A. Dopo l’assegnazione a DAZN per trasmettere il campionato italiano, Sky sta provando a a trattare con la piattaforma streaming per avere di nuovo l’opportunità di avere un canale DAZN nel proprio palinsesto.

DAZN Sky offerta
Diletta Leotta DAZN © Getty Images

DAZN-Sky, prosegue la trattativa

Non si ferma la trattativa tra DAZN e Sky dopo l’assegnazione dei diritti tv della Serie A alla piattaforma streaming. Sky ha presentato un’offerta da 500 milioni di euro per avere nel proprio palinsesto anche un canale satellitare di DAZN e proporre la sua app nello Sky Q. Al momento la proposta sarebbe stata respinta con DAZN sicuro di proseguire nella propria strada dopo aver investito 2,5 miliardi di euro per avere i diritti sul massimo campionato italiano. Un cambio epocale per la Serie A con DAZN che al momento ha deciso di resistere, forte della possibilità di poter strappare abbonati alla tv satellitare.

LEGGI ANCHE >>> DILETTA LEOTTA CHIAMA L’ESTATE – FOTO

Sky DAZN
Logo Sky

Diritti tv Serie A, utenti spiazzati

Continua nel frattempo il malcontento tra gli utenti che a pochi mesi dall’inizio del nuovo campionato di Serie A non sanno ancora come comportarsi. DAZN ha già presentato le proprie offerte sia per i vecchi abbonati che per le persone che vorrebbero sottoscrivere un nuovo abbonamento. Sky dal canto suo non vorrebbe perdere utenti ma non avere più la Serie A da offrire rischia seriamente di far perdere pubblico alla tv satellitare. Aumentano quindi le piattaforme alle quali sottoscrivere l’abbonamento considerato anche il fatto che una partita a settimana di Champions League sarà trasmessa da Amazon Prime Video.

LEGGI ANCHE >>> WANDA NARA ANCORA ESAGERATA – FOTO

Possibile che Sky e DAZN cerchino ancora un accordo per provare a facilitare la fruibilità degli abbonamenti ma al momento la piattaforma streaming sembra essere decisa nel proseguire la propria strada.