Calciomercato, il decreto cambia tutto: Vlahovic in una big di Serie A

Scoppia la bufera intorno al Decreto Crescita, pronto nuovamente a ribaltare le sorti del calciomercato. Indizio per Vlahovic? 

Si prospetta una nuova rivoluzione a breve per il mondo del calcio italiano. La sessione estiva 2021, secondo quanto sottolineato da ‘Tuttosport’, potrebbe essere stata l’ultima nella quale era possibile usufruire dei vantaggi del decreto crescita per le squadre di Serie A. Tale decreto consentiva di ingaggiare calciatori e allenatori residenti all’estero nei due anni precedenti approfittando di una tassazione agevolata.

Dusan Vlahovic © LaPresse

Tale situazione ha però creato un movimenti eccessivo di giovani stranieri nelle primavere che ha spinto l’Assocalciatori a chiedere al governo di cancellare l’agevolazione per non penalizzare i talenti italiani. Il presidente dell’AIC Umberto Calcagno è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo, dove ha parlato del Decreto Crescita: “Ci stiamo interessando da tempo del problema ed è un problema di sistema. Il grande exploit fatto dalla Nazionale agli Europei ci dimostra quanto sia importante avere vivai nazionali di livello. Abbiamo tante leggi e risorse per il nostro mondo proprio per l’utilizzo dei calciatori selezionabili. Nessuno vuole contrastare la libera circolazione degli stranieri ma c’è una norma che oggettivamente crea un risparmio fiscale tale da falsare il nostro mercato, non solo a scapito degli italiani, ma anche degli stranieri che già sono in Italia”

LEGGI ANCHE >>> Cambio panchina in Serie A, scelta che spiazza: riecco Giampaolo

Calciomercato Juventus, il decreto crescita può cambiare le cose: il futuro di Vlahovic

Dusan Vlahovic © LaPresse

La norma quindi dovrebbe sparire entro la fine di dicembre cambiando così la concezione del mercato di Serie A in relazione a quello estero. Una situazione che potrebbe così spingere big italiane come la Juventus a ragionare sull’acquisto di talenti dall’Italia e non da fuori non potendo più avere agevolazioni sugli stipendi nella tassazione.

LEGGI ANCHE >>> Pallone d’oro, polemica totale: “Vince lui? Una buffonata”

Potrebbe quindi rivelarsi un assist in ottica Vlahovic, che piace sempre tantissimo anche al di fuori dei confini della Serie A. Resta anche il problema delle altissime richieste di Commisso, ma prima di acquistare un nuovo bomber dall’estero la Juventus potrebbe pensarci due volte.