Home Calciomercato Boateng, Bernardeschi e Loftus-Cheek: obiettivo Champions, Sarri trasforma la Lazio

Boateng, Bernardeschi e Loftus-Cheek: obiettivo Champions, Sarri trasforma la Lazio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:53
CONDIVIDI

Boateng, Bernardeschi e Loftus-Cheek: Sarri trasforma la Lazio

Sarri Lazio Ilicic
Maurizio Sarri © Getty Images

Maurizio Sarri vuole costruire una Lazio da Champions League. Il tecnico trasformerà a propria immagine e somiglianza la squadra ereditata da Inzaghi, smontando completamente il 3-5-2 che ha fatto le fortune dei biancocelesti negli ultimi anni per riproporre il 4-3-3 (modulo primario) e il 4-3-1-2 di empoliana memoria, modulo che ben si sposa con uno dei 3 incedibili del suo nuovo corso, quel Luis Alberto che potrebbe compiere il definitivo salto di qualità. Ci vorrà tempo e pazienza per vedere i primi risultati ma soprattutto serviranno i nomi giusti per poter ottenere dei risultati importanti nel lungo termine.

LEGGI ANCHE >>> JUVENTUS, OBIETTIVO IN CASA NAPOLI

Sarri trasforma la Lazio con Boateng, Bernardeschi e Loftus-Cheek

Partendo dal modulo di base (4-3-3), Sarri può oggi contare su uno dei fedelissimi del suo corso a Napoli (Reina) che potrebbe tornare ad essere la riserva di Strakosha, atteso ad una reazione dopo la travagliata stagione. In porta sarà un bel duello e non ci sarà bisogno di intervenire. In difesa l’insostituibile è Acerbi e Maurizio Sarri ha chiesto un difensore esperto ed affidabile per affiancarlo: non è un caso che l’accostamento con Boateng sia costante perché il suo procuratore è lo stesso del tecnico. Sarebbe un bel colpo per affrontare al meglio il campionato e l’Europa League. Con lui potrebbe arrivare anche Maksimovic, in scadenza con il Napoli e felice di riavere a disposizione un tecnico come Sarri che ha avuto a Napoli. Sulle fasce si cercano due terzini: Hysaj è il preferito dal tecnico essendo un suo fedelissimo, può arrivare a costo zero e si tratta di un giocatore capace di giocare su entrambe le fasce. Potrebbe essere impiegato soprattutto a sinistra, visto che a destra Lazzari sembra intoccabile e Marusic sarà la prima alternativa per entrambe le fasce. In entrata anche Kamenovic, fluidificante mancino dell’Under 21 serba che arriverà dal Cukaricki per 3 milioni di euro.

LEGGI ANCHE >>> BENATIA VICINO AL RITORNO IN ITALIA

Sarri trasforma la Lazio: obiettivo Champions

Capitolo centrocampo: Sarri potrebbe provare Luis Alberto come play, ruolo che però lo limiterebbe molto nonostante la sua grande tecnica. In caso di 4-3-3, è molto più probabile che possa essere la mezzala sinistra con Milinkovic a destra, mentre nel 4-3-1-2 sarebbe il trequartista indiscusso. Il Jorginho della situazione, dunque, sarebbe Leiva, anche se non è da escludere che Tare possa strappare al Chelsea Loftus-Cheek, la prima richiesta di Sarri.

Per l’attacco, attenzione ai possibili colpi di scena: Sarri sarebbe tentato dal richiedere a Lotito Bernardeschi. Il perché è presto detto: sia nel 4-3-3 che nel 4-3-1-2 troverebbe una collocazione congeniale con le sue caratteristiche, esterno destro nel primo modulo e trequartista nel secondo, con Luis Alberto che traslocherebbe come mezzala sinistra per una Lazio iper-offensiva. Bernardeschi è un’idea che potrebbe maturare nel tempo per due motivi: a Sarri serve un giocatore offensivo e duttile come lui e l’ex viola, per rilanciarsi, ha bisogno di un progetto tecnico ambizioso e che metta in risalto le sue caratteristiche. Bernardeschi potrebbe essere finanziato dalla cessione di Correa, in bilico perché non troverebbe una collocazione perfetta per le sue caratteristiche e possibile portatore di milioni cash dall’estero (30 milioni). Per le fasce d’attacco attenzione anche a Politano del Napoli ed Orsolini del Bologna, altro profilo che con Sarri potrebbe diventare devastante. Come vice Immobile, attenzione alla clamorosa candidatura Stevan Jovetic: anche lui seguito da Ramadani, è attualmente svincolato dopo l’avventura al Monaco.