Home Calciomercato Sarri e Gattuso in lizza per una panchina di Serie A

Sarri e Gattuso in lizza per una panchina di Serie A

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:37
CONDIVIDI

A fine stagione uno probabilmente tornerà ad allenare in Serie A, l’altro potrebbe cambiare l’attuale panchina. Sarri è atteso a una nuova avventura nel nostro campionato, Gattuso destinato all’addio da Napoli a giugno. Corsa a due per la panchina.

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri © Getty Images

C’è subbuglio e caos in casa Fiorentina. La Viola è stata “sorpresa” dalla decisione di Cesare Prandelli di lasciare la guida della squadra. Una decisione maturata negli ultimi tempi e motivata in una bella lettera indirizzata ai tifosi e alla città, dove l’ex ct della Nazionale 10 anni fa scrisse un pezzo di storia. La Fiorentina è attualmente al quattordicesimo posto in classifica, della seconda avvenuta di Prandelli si ricorderà soprattutto il 3-0 ottenuto in casa della Juventus lo scorso dicembre, con Iachini richiamato sulla panchina dei toscani.

Il tecnico però non avrà ‘vita lunga’ come allenatore della Fiorentina. A fine stagione infatti verrà liberato dal suo incarico e al suo posto potrebbe esserci uno tra Maurizio Sarri e Rino Gattuso. La situazione dei due allenatori.

Leggi anche–> Fiorentina, Prandelli shock: si è dimesso  

Fiorentina, chi in panchina per la prossima stagione?

Gattuso potrebbe rimanere al Napoli
Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli © Getty Images

Potrebbe profilarsi una corsa a due per la panchina della Fiorentina. Da una parte Maurizio Sarri, ancora sotto contratto (ma fino a giugno) con la Juventus. Dall’altra Rino Gattuso, che tra pochi mesi vedrà scadere il suo accordo con il Napoli. Per il tecnico calabrese il rinnovo pare ormai un’utopia, con la separazione a fine stagione che sembra ormai inevitabile.

Commisso vuole rilanciare la Viola con un grande nome e già lo scorso anno, prima che accettasse l’offerta di De Laurentiis, c’erano stati dei contatti proprio con Gattuso. Occhio però all’eventuale terzo nome: quello dell’ex Valencia Marcelino, le cui quote però sembrano più alte rispetto a quelle dei diretti concorrenti.

Aggiornamenti importanti sono comunque attesi nei prossimi mesi.