Clima incandescente, uragano sul Milan: “Orribili e immaturi”

Frenata improvvisa per il Milan che sul più bello si ferma a Salerno incappando in una serata negativa. Pareggio spettacolare per 2-2 quello tra i rossoneri e la Salernitana che da una ghiotta chance all’Inter in ottica corsa scudetto. 

Corsa scudetto sempre apertissima per il Milan che punta a fare il colpo grosso quest’anno. Nell’ultimo fine settimana però i rossoneri hanno ottenuto una brusca frenata in quel di Salerno contro la nuova squadra di Davide Nicola. Pari e tanti errori.

Salernitana-Milan occasione persa
Salernitana-Milan © LaPresse

Salernitana-Milan, i rossoneri frenano con l’ultima in classifica

È la Salernitana a fermare la corsa scudetto del Milan. I rossoneri erano lanciatissimi in vetta alla classifica, approfittando anche della gara in meno dell’Inter, ma a Salerno si fermano sul 2-2. Serata negativa per Maignan e soci che sono andati anche sotto al 72′ con uno stupendo colpo di testa di Djuric riagguantato una manciata di minuti dopo da un tiro di Rebic dalla distanza che ha solo parzialmente salvato la serata.

LEGGI ANCHE >>> Esonero Mourinho, sentenza senza appello

Una frenata inaspettata contro l’ultima in classifica che oggi pomeriggio da una bella chance all’Inter di operare il controsorpasso nella lotta al titolo.

Salernitana-Milan 2-2: 5′ Messias (M), 29′ Bonazzoli (S), 72′ Djuric (S), 77′ Rebic (M)

SALERNITANA (4-2-3-1): Sepe; Mazzocchi, Dragusin, Fazio, Ranieri; L. Coulibaly, Radovanovic (15′ pt Ederson); Kastanos (24′ st Obi), Bonazzoli (37′ st Mousset), Ribery (24′ st Perotti); Djuric (37′ st Mikael). A disposizione: Belec, Gagliolo, Jaroszynski, Kechrida, Veseli, Zortea, Bohinen. Allenatore: Nicola

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria (28′ st Florenzi), Tomori, Romagnoli, Hernandez; Bennacer (1′ st Kessie), Tonali; Messias (28′ st Saelemaekers), Diaz (16′ st Rebic), Leao; Giroud. A disposizione: Tatarusanu, Ballo-Toure, Gabbia, Kalulu, Bakayoko, Castillejo, Krunic, Maldini. Allenatore: Pioli

Ammoniti: Ederson, Djuric (S); Bennacer, Giroud, Rebic, Romagnoli (M).

ARBITRO: Fabbri di Ravenna

Il Milan frena nel momento sbagliato: le critiche dei tifosi

Salernitana-Milan occasione persa
Pioli © LaPresse

Dopo il pari di Salerno anche Stefano Pioli in conferenza ha individuato alcune criticità: “La squadra ha dimostrato di saper giocare meglio, oggi non siamo stati così precisi. Abbiamo sbagliato sia nell’ultimo passaggio che in difesa. Ci siamo fregati da soli, volevamo chiudere la partita invece bisognava controllarla”.

LEGGI ANCHE >>> Bomba Gasperini, addio Bergamo e big assoluta per lui

Decisamente più critici e delusi i tifosi che su Twitter hanno lasciato messaggi molto chiari: “Milan orribile, ma a testa alta”, “Il Milan ha giocato di m***a, ok. Ma anche giocando bene non è affatto detto che sarebbero arrivati i tre punti contro la Salernitana di ieri. Una squadra all’ultima spiaggia che ha giocato ogni pallone come quello della vita, messa benissimo in campo”, “Il peccato del Milan contro Salernitana è la presunzione: nell’uscita di Maignan sul primo gol, nel tentato dribbling che poteva causarne un altro senza l’intervento di Romagnoli, nel posizionamento di Kessie e Tomori sul secondo”, “Quindi il futuro Mbappe non ha segnato contro l’ultima in classifica in formazione rimaneggiata, fenomeno vero”, “L’anno scorso eravamo noi quelli in forma, abbiamo perso il derby e da lì la stagione è cambiata: una squadra ha faticato e l’altra è diventata imbattibile. Quest’anno il copione si è invertito, noi a fare l’Inter dell’anno scorso: ma siamo durati una settimana“, “Siamo una squadra che se gioca senza pressioni può fare risultato contro chiunque. Lo ha dimostrato. Alla minima pressione però sbaglia. È su questo step che Pioli deve ancora far crescere questo gruppo”.

E poi ancora: “Una partita orribile che ha mostrato tutta l’immaturità di un Milan non ancora pronto per puntare ad obiettivi importanti”, “Al di là di tutto, partita orribile mentalmente del Milan. L’ennesima partita “facile””. 

Previous articleBaraonda Juve: “Rimandiamolo al mittente, è imbarazzante”, ora è caos
Next articleZaniolo ha la testa altrove: addio con ‘tradimento’