Home News Esonero Pioli, arriva la prestigiosa candidatura di un ex rossonero

Esonero Pioli, arriva la prestigiosa candidatura di un ex rossonero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:04
CONDIVIDI

Milan: grande incertezza per quanto riguarda l’esito di questa stagione in casa rossonera. Pioli e i suoi uomini fino a due mesi fa in lotta per il titolo, ora sono coinvolti nella bagarre per la Champions League. C’è chi ha parlato del mister a rischio, intanto arriva una prestigiosa candidatura.

Esonero Pioli, i possibili sostituti a giugno
Stefano Pioli- © Getty Images

Mentre una metà di Milano festeggia il titolo arrivato ufficialmente nel pomeriggio di ieri, sull’altra sponda dei Navigli ancora si lotta per la qualificazione alla prossima Champions League. Il Milan ha cullato il sogno scudetto fino a marzo, poi complice l’accelerazione dei cugini e il rallentamento della propria corsa si è ritrovata coinvolta nella bagarre per gli ultimi tre posti utili per l’Europa che conta. Donnarumma e compagni in lotta con Atalanta, Juventus, Napoli e Lazio per sole tre posizioni, con l’incombente partita contro i bianconeri che potrebbe essere decisiva domenica sera.

Di fronte alle recenti difficoltà del Diavolo, che prima del Benevento aveva incassato 2 ko consecutivi tra Sassuolo e Lazio, c’è chi aveva parlato di Pioli a rischio esonero. Un’esagerazione, se consideriamo il grande lavoro del mister nel suo anno e mezzo a Milano.

Nel frattempo, però, arriva la candidatura di un grande ex rossonero.

Leggi anche–> Milan, le ultime di mercato 

Esonero Pioli, Sheva si candida

Shevchenko © Getty Images

Indimenticato e indimenticabile, Shevchenko ha scritto un importante capitolo di storia in quel di Milano. Il bomber ucraino, attuale ct dell’Ucraina, non ha nascosto il sogno di poter allenare un giorno la sua ex squadra.

Allenarla è il mio sogno, vediamo. Sarebbe il massimo!” ha detto a Che Tempo che Fa l’ex numero 7 di Ancelotti, tra i migliori cannonieri all time della storia del Diavolo. “Il Milan è una grande famiglia, quando arriva un giocatore nuovo ti trattano come uno di famiglia, a me è successo” ha detto l’ex attaccante del Diavolo ricordando il suo arrivo nella Milano rossonera.