Nazionale, Mancini pronto a convocare un nuovo oriundo: arriva nel 2022

Roberto Mancini valuta la possibilità di convocare un nuovo oriundo in Nazionale: nel 2022 potrebbe esserci spazio per un nuovo “italiano”.

A pochi mesi dal mondiale di Qatar 2022, come già accaduto prima dell’Europeo con Rafael Toloi, l’Italia potrebbe trovare un nuovo oriundo da inserire all’interno dell’organico.

Roberto Mancini © Getty Images

Roberto Mancini, CT della Nazionale, starebbe infatti valutando la possibilità di aggregare alla rosa un nuovo calciatore per aumentare la qualità della rosa in vista della rassegna iridata. La possibilità appare molto concreta: è stato lo stesso calciatore ad aprire alla possibilità di vestire l’azzurro, nonostante il legittimo desiderio di giocare con la maglia del proprio paese.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>>Diritti tv Serie A, arriva la svolta inaspettata: “Disdetta immediata”

Italia, un nuovo oriundo per la squadra di Mancini: convocazione possibile nel 2022

Italia-Belgio © Getty Images

Stiamo parlando del difensore centrale della Roma Roger Ibañez, brasiliano con passaporto italiano e uruguaianoIl talentuoso giallorosso, al momento uno dei migliori difensori della Serie A, attualmente non fa parte del giro della Seleçao e può vantare soltanto 4 presenze con la maglia della under 23 verdeoro.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI >>>Cambia la panchina in Serie A: pronto Giampaolo

È stato proprio il calciatore a rendersi eleggibile per la nazionale italiana, parlando così in una recente intervista rilasciata al Corriere Dello Sport: “È vero, sono nato in Brasile e mi sento brasiliano. Per questo vorrei giocare nella nazionale del mio Paese. Ma vediamo cosa succede: ho a disposizione il passaporto brasiliano e uruguaiano, ascolterò chi mi chiamerà per prima. Il calcio è cambiato, sono tantissime le squadre che naturalizzano i calciatori”.

Mancini pare stia concretamente valutando, in vista dei prossimi impegni previsti per il 2022, la possibilità di aggiungere Ibanez alla rosa azzurra. Un calciatore dello spessore del giallorosso potrebbe infatti fare molto comodo al reparto arretrato e per questa ragione la FIGC potrebbe mettersi al lavoro per accelerare le pratiche. L’Italia campione d’Europa accoglierà presto un nuovo oriundo?