Diritti tv Serie A, arriva la svolta inaspettata: “Disdetta immediata”

Un’altra batosta in arrivo per tutti i tifosi abbonati alla pay tv. Cambia tutto a partire da Dicembre. Gli utenti si lamentano sui social network e sono pronti a fare la disdetta già nelle prossime settimane.

Diritti tv Serie A, arriva la svolta inaspettata: "Disdetta immediata"
© LaPresse

Utenti contro DAZN, minaccia di disdetta

I tifosi da “divano” non sembrano trovare pace. In questo primo scorcio di stagione gli abbonati a Dazn hanno dovuto fare i conti con diversi disservizi riscontrati dalla piattaforma streaming. L’emittente, che ha acquistato i diritti per trasmettere l’intera Serie A per il triennio in corso, sta riscontrando gli stessi identici problemi avuti già lo scorso triennio, quando aveva la possibilità di offrire agli utenti il 3 gare i esclusiva del campionato italiano di calcio. Aumentando il numero di gare trasmesse, ovviamente, è lievitato anche il costo dell’abbonamento. Si è passati dai 9,99 euro del 2018 ai 29,99 di questa stagione. Un prezzo che va aggiunto a quello di una connessione in grado di garantire la possibilità di poter usufruire al meglio del servizio, almeno così dovrebbe essere. Infatti, delle volte i problemi sono dovuti alla stessa emittente.

DAZN, aumentano le proteste su Twitter

A settembre, ad esempio, i tifosi di Sampdoria, Napoli, Torino e Lazio non hanno potuto seguire i primi 30 minuti di Sampdoria-Napoli e di Torino-Lazio a causa di un blackout di DAZN. La piattaforma, nei giorni a seguire, ha promesso un rimborso agli utenti pari ad un mese gratis di visione. Un gesto che, comunque, non ha placato la rabbia dei tanti abbonati che sono, ogni settimana, delusi dal servizio offerto. Un’altra novità, però, sarebbe in arrivo per chi ha sottoscritto un abbonamento con l’emittente. Infatti, secondo quanto raccolto dall’edizione odierna de “Il Sole 24ore”, DAZN da metà dicembre vieterà la possibilità della doppia visione in contemporanea a device che non sono connessi alla stessa rete internet.

LEGGI ANCHE>>>> DAZN, pioggia di disdette dopo l’ultima decisione: “Stop da metà dicembre”

Diritti tv Serie A, arriva la svolta inaspettata: “Disdetta immediata”

La notizia sta correndo velocemente e sono molti gli utenti a lamentarsi su Twitter. Tra i più attivi sono coloro che, vivendo lontano da casa per motivi di studio o lavoro, sarebbero costretti, da metà dicembre, a dover sottoscrivere un altro abbonamento dal costo di 29,99 euro per poter assistere ad un match della propria squadra del cuore. DAZN, al momento non si è ancora espressa, ma la decisione sarebbe stata assunta per colpire chi condivide l’abbonamento con persone al di fuori della cerchia familiare. L’intento, poi dell’emittente, sarebbe anche quello di aumentare il numero di abbonamenti. Un obiettivo che, secondo alcuni tweet, potrebbe non essere mai raggiunto. Sono molti, infatti, ad annunciare di voler disdire il servizio anche alla luce del fatto che le condizioni d’uso dell’abbonamento, sarebbero così modificate dopo neanche 3 mesi dalla sottoscrizione del contratto.

LEGGI ANCHE>>>> Calciomercato Juventus, c’è già l’alternativa a Vlahovic per l’attacco