Milan, bocciatura totale: “Non serve a niente”

L’ambiente Milan mastica amaro dopo il pareggio contro la Roma: un rossonero su tutti nella bufera, critiche a non finire

La giornata di campionato del weekend, diversamente rispetto a quella precedente, sorride al Napoli. La capolista riprende l’andatura, tiene a distanza la Juventus e allunga nuovamente su Milan e Inter. Rocambolesco il modo in cui le milanesi perdono punti, entrambe rimontate in pieno recupero.

Milan, bocciatura totale: "Non serve a niente"
Stefano Pioli © LaPresse

Milan-Roma, harakiri clamoroso dei rossoneri: la rincorsa scudetto si fa in salita, anche Pioli ha le sue colpe

L’Inter si fa riprendere a Monza dopo aver gestito a lungo un vantaggio di 2-1 ma con una crescente sofferenza finale. Ancora peggio riesce a fare il Milan, che spadroneggia per oltre 80 minuti poi cala improvvisamente e subisce i due gol del pareggio della Roma tra l’87’ e il 94′. I giallorossi recuperano una partita che sembrava persa e possono trarne ottimismo per il prossimo futuro, la squadra rossonera invece perde due punti capitali nella corsa scudetto. Una frenata inattesa, anche dovuta ai cambi di Pioli, che nel finale ha stravolto la squadra, anche se in una situazione di tempo e punteggio che teoricamente doveva metterlo al riparo da brutte sorprese. La responsabilità è da dividere tra il tecnico e i giocatori, uno in particolare che spiazza per la sua pochezza sempre più preoccupante.

Milan-Roma, De Ketelaere ingresso disastroso: “Non si è capito dove lo abbiano preso”

Milan, bocciatura totale: "Non serve a niente"
Charles De Ketelaere © LaPresse

Charles De Ketelaere, in estate, era stato presentato come un grande acquisto e sicuramente ha doti importanti, ma la sua involuzione lascia perplessi. A parte qualche sprazzo nelle primissime presenze, il giovane belga sembra peggiorare a ogni nuova presenza. Con la Roma, pochi minuti senza incidere e anzi con responsabilità su almeno uno dei gol subiti.

I commenti dei tifosi del Milan su Twitter sono impietosi: “Non è un giocatore da massima serie, di qualunque paese, è lento, compassato, fisico gracile”, “A Salerno con lui in campo abbiamo rischiato il pareggio, con la Roma lo abbiamo preso, sta diventando un gatto nero”, “Sul gol la zona di competenza era la sua, non è buono nemmeno a prenderla di mano”, “Continua a essere un oggetto misterioso e inspiegabile”, “Uno con una faccia strana che non si è capito dove i milanesi siano andati a pescarlo”, “Sta diventando un problema enorme, Pioli ha paura a schierarlo, non sa dove farlo e lui non azzecca una scelta che sia una”, “Giocatore imbarazzante”, “Non può giocare a questi livelli”, “Involuzione davvero preoccupante”.

Previous articleIvana Knoll, questa volta non sappiamo dove guardare: da bollino rosso
Next articleHamilton-ritiro: l’annuncio è una svolta