Terremoto Milan | Lite Ibrahimovic, rossoneri gelati, ambiente nel caos

Il Milan ha optato per Mike Maignan come sostituto di Gigio Donnarumma poi finito al PSG. Il portiere francese ha però alle spalle un curioso episodio con Ibrahimovic.

 

 

 

Ibrahimovic Maignan lite
Ibrahimovic ©Getty Images)

Il mercato del Milan ha già mosso pedine molto importanti sia in entrata che in uscita. Tra gli addii più sofferti quello di Gigio Donnarumma, finito al Paris Saint Germain a parametro zero, lì dove è andato a percepire uno stipendio monstre. I rossoneri non hanno però perso tempo, facendosi trovare preparatissimi con l’acquisto immediato di Mike Maignan, talento campione di Francia da protagonista con la maglia del Lille. Si tratta di un estremo difensore di grandi qualità che ha quindi già vinto un titolo importante peraltro proprio a discapito del Paris. In relazione all’ex Lille c’è però anche un curioso retroscena risalente a qualche anno fa, e precisamente nel corso della militanza parigina condivisa proprio da Maignan e Zlatan Ibrahimovic.

LEGGI ANCHE >>> Milan, il difensore lascia il calcio e stravolge la sua vita: ecco cosa fa

LEGGI ANCHE >>> La bandiera dell’Inter ammette: “Ho tifato Milan sin da bambino”

Milan, Maignan l’erede di Donnarumma dal passato turbolento: la lite con Ibrahimovic

Mike Maignan (©Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic è stato infatti già compagno di Maignan col quale ha condiviso alcuni anni al Paris Saint Germain dal 2012 al 2015. L’estremo difensore proveniva infatti dal settore giovanile dei parigini e ad appena 17 anni ha avuto anche l’ardore di ‘sfidare’ lo stesso gigante svedese.

Qualche tempo fa in un’intervista a France Football lo stesso portiere transalpino ha infatti svelato un retroscena acceso: “Ricordo perfettamente un allenamento. Io avevo 17 anni e Ibra calciava pallonate a 400 km/h, manco dovesse segnare a Buffon o a Julio Cesar. Non riuscivo a parare i suoi tiri e a quel punto mi disse ‘Sei un portiere di m****‘”.

Pronta la risposta di Maignan: “Poco dopo parai un tiro. E non potevo non rispondergli. Così gli dissi ‘E tu sei un attaccante di m****'”. Una discussione che i tifosi rossoneri si augurano che non abbia strascichi anche in vista della prossima stagione che inizierà tra un mese. Un atteggiamento che Ibrahimovic ha spesso anche per motivare i propri compagni di squadra, specialmente i più giovani ed una risposta, quella del portiere transalpino, che denota una forte personalità.

Previous articleKessié spacca la porta: il gol alle Olimpiadi è tutto di potenza – VIDEO
Next articleCalciomercato Juventus, il piano B se salta Locatelli: super scambio