Non c’è pace per Allegri, altro caos: “Non può continuare ad allenare”

La Juventus trova la prima vittoria stagionale in Champions, ma Allegri continua a deludere i tifosi: furia contro il tecnico

La serata di Champions League sorride, almeno dal punto di vista del risultato, alla Juventus, che con il Maccabi Haifa smuove la classifica del girone e tiene aperto il discorso qualificazione. Dopo le prime due sconfitte, arrivano tre punti utili per tentare la rimonta e accedere agli ottavi. Ma i bianconeri, come al solito, non hanno incantato.

Juventus, la vittoria non basta ad Allegri: "Non può continuare ad allenare"
Massimiliano Allegri © LaPresse

Juventus, tre punti per sperare in Champions: ma poco altro da salvare

Due gol di Rabiot, e uno di Vlahovic, con tre assist di Di Maria, per battere 3-1 gli israeliani, ma con pochi sprazzi di gioco. Anzi, la Juventus ha addirittura sofferto per alcuni tratti di gara, con un primo tempo davvero sottotono e temendo per alcuni minuti, nella ripresa, di subire la rimonta. La via della guarigione appare ancora piuttosto lunga, sebbene sia arrivata la seconda vittoria in pochi giorni dopo quella con il Bologna. Con il Milan, e in generale con avversari di altra caratura, servirà ben altro.

Juventus, pazienza finita con Allegri: “Cacciatelo prima che sia troppo tardi”

Juventus, la vittoria non basta ad Allegri: "Non può continuare ad allenare"
Massimiliano Allegri © LaPresse

Non mancano, come sempre, le critiche a Massimiliano Allegri. La sua creatura continua a stentare dal punto di vista del gioco e le sue responsabilità appaiono evidenti. Nell’ambiente, il livornese sembra aver perso ormai il suo credito. Su Twitter, i tifosi non ci vanno giù teneri, anzi: “La Juve per ripartire ha scelto il peggiore: Allegri è l’anti calcio”, “Vlahovic dopo la cura Allegri è passato dal livello Haaland a quello Amauri“, “non lo sopporto più”, “Toglietegli la squadra prima che sia troppo tardi”, “E’ totalmente spaesato, facciamo pena”, Come al solito ritmo da torneo over 60, soluzioni tattiche pari allo 0 oltre ai classici 7mila cross a caso ma va tutto bene, “Al di là del risultato vedere la Juventus giocare così male è una pena, “La proposta calcistica resta indecente”, “Non ho più aggettivi squalificanti da affibbiarvi: non c’è l’ho con la squadra ma con quel cosiddetto allenatore e chi lo tiene lì”, “Questa squadra è imbarazzante, se la metti a confronto con il Napoli sembra una squadra di serie D”, “Può uno pseudo allenatore poco preparato continuare ad allenare a sti livelli?, “Tutti dietro a difendere e quando andiamo in contropiede non riusciamo a fare 3 passaggi di fila. Incredibile la pochezza di questa squadra, “Nel mese di novembre la realtà sarà: eliminati da tutte le competizioni e anno totalmente perso”.

Previous articleFederica Nargi da applausi: maglia trasparente e stop
Next articleStivali, tacchi e minigonna: tutti ai piedi di Giorgia Palmas