Italia, Jorginho: “Rigore sbagliato? Ecco perché”

Jorginho spiega il perché del rigore sbagliato in modo ironico. L’italo-brasiliano ancora tra i migliori anche in finale.

Jorginho
Jorginho © Getty Images

Italia, Jorginho: “Rigore sbagliato? Ecco perché”

ROMA – Ritorna in modo scherzoso e ironico sul rigore sbagliato Jorginho. Intervenuto ai microfoni di SportTV e riportato da tuttomercatoweb.com, l’italo-brasiliano ha commentato l’errore dal dischetto: “Era tutto pianificato. Sapevo che Donnarumma l’avrebbe parato (ride, ndr). Io do sempre tutto quello che ho per la nazionale, ma purtroppo a volte non basta. Ho finito per sbagliare il rigore, e in quel momento mi è caduto il mondo addosso, perché volevo regalare la vittoria all’Italia. Per fortuna abbiamo questo fenomeno in porta che mi ha salvato“.

LEGGI ANCHE —> Jorginho, tentazione Juve: la posizione dell’agente

Il futuro di Jorginho

Conclusa l’esperienza europea, Jorginho si riposerà prima di riprendere la preparazione il Chelsea. Il suo futuro sembra essere ancora in Inghilterra, ma la Juventus ci pensa.

Calciomercato.it ha così contattato l’agente del giocatore. Ecco le parole di Joao Santos: “Ha due anni di contratto ed è tutto nelle mani del club. C’è il Campionato del Mondo per Club, c’è la Supercoppa Europea. Per un calciatore sono obiettivi importanti. Ma, il mercato è sempre il mercato e se un club importante si fa avanti in maniera seria col Chelsea, allora valuteremo. Al momento, la prossima stagione Jorginho la disputerà al Chelsea. Interesse recente della Juve e delle grandi di Spagna? Lo confermo, sono arrivati questi interessamenti. Naturalmente, a 29 anni può fare benissimo in tutti i top club europei ed in molti si sono interessati a lui. Voglio, però, chiudere dicendo che sono felice che oggi tutti gli italiani possano respirare l’aria dei Campioni”.

LEGGI ANCHE —> Rigore Jorginho, il gesto di Unai Simon fa il giro del web – VIDEO

L’agente non chiude la porta ad un addio pur ammettendo che ha due anni di contratto e due trofei da giocarsi con i Blues.