Che fine ha fatto Josè Mauri? Parma, Milan ed un salto indietro ma non è ancora finita

Che fine ha fatto Josè Mauri? Ripercorriamo il passato e scopriamo il presente del centrocampista argentino che aveva fatto innamorare Parma e Milan.

Che fine ha fatto Josè Mauri
Josè Mauri © Getty Images

Nel calcio nessuna carriera è uguale ad un’altra. Ancor di più quando si parla di giovani: le entusiastiche valutazioni iniziali rischiano nel concreto di stravolgere un intero percorso calcistico, sia in positivo, che in negativo. A volte, un salto in avanti rapido può premiare le potenzialità di un talento. Talvolta invece il balzo può avvenire tanto frettolosamente da far bruciare alcune tappe essenziali con eccessiva rapidità.

A quest’ultimo caso, probabilmente, appartiene la carriera del centrocampista classe 1996 José Mauri. Talento cristallino tra le fila del Parma a soli 17 anni, oggi svincolato di lusso a soli 24 anni. Nel mezzo una poco soddisfacente avventura al Milan, un prestito all’Empoli, ed infine un ritorno in Argentina per giocare per qualche mese con il Club Atletico Talleres di Cordoba.

Scatti forse troppo rapidi per chi avrebbe avuto bisogno di tempo e spazio per dimostrare a tutti il proprio talento.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>>Che fine ha fatto Victor Ibarbo? Da ‘crack’ della Colombia al flop in Giappone

Josè Mauri, dal Parma allo svincolo: cosa è accaduto?

Josè Mauri che fine ha fatto
Josè Mauri ai tempi dell’Empoli © Getty Images

Il mediano classe 1996 arriva in Italia prestissimo, a soli 13 anni. Con la maglia degli Allievi del Parma, allenati da Lucarelli, mostra al mondo il suo talento purissimo. Di lì a poco arriva la prima squadra, la Serie A e l’interesse delle big.

Tutto troppo bello. Tutto troppo presto.

Dopo Parma infatti per il centrocampista ci sono stati pochi guizzi e ancor minori chance. Colpa del calciatore? Probabile. Ma anche colpa dei contesti poco favorevoli all’esplosione del talento argentino. Il Milan che accoglie Mauri, è in quel periodo un continuo viavai di dirigenti, allenatori e calciatori. Non una cornice semplice dove affermarsi. Il ritorno in Argentina, pensato inizialmente come tappa intermedia di un percorso di crescita, è altrettanto fallimentare: 12 presenze totali, nessun lampo e, ahimè, nessuna ripartenza.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jose Mauri (@josemauri5)

Fino al punto più basso, oggi: libero da impegni contrattuali, Mauri sta vedendo trascorrere, a 24 anni, quasi un anno da svincolato. Le proposte, verosimilmente, non sono state all’altezza di quel talento visto in Emilia. Perché sbagliare un altro passo? Meglio attendere la chiamata giusta, magari dall’Italia, quella che è la sua seconda casa.

Ma questa volta l’auspicio è che per Josè ci possano essere spazi e tempi. L’obiettivo deve essere chiaro e fisso in testa: dimostrare a tutti, e questa volta definitivamente, il reale valore calcistico.

Passo dopo passo, José Mauri dovrà essere pronto a riprendere in mano la sua carriera. Quale squadra proverà questa affascinante scommessa?

Previous articleCalciomercato, Zaccagni-Napoli: l’annuncio dell’agente
Next articleCalciomercato Juventus, UFFICIALE in difesa: ha firmato!