Home News Champions League: quante big a rischio, dalla Juventus al Liverpool

Champions League: quante big a rischio, dalla Juventus al Liverpool

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:13
CONDIVIDI

Quella del prossimo anno potrebbe essere un’Europa League competitiva forse come non mai. Se si dovessero concretizzare alcune esclusioni eccellenti in giro per l’Europa la futura Champions si preannuncia ‘orfana’ di tanti top club. Molti dei quali della Superlega…

Jurgen Klopp
Jurgen Klopp © Getty Images

Sono tante le big nei top campionati europei a rischiare la qualificazione alla prossima Champions League. In Serie A a temere per il clamoroso fallimento sono, attualmente, Milan e Juventus. Le due squadre che per la maggior parte della stagione si sono assestate al secondo e terzo posto in classifica ora sono pericolosamente al quarto e quinto, e se il campionato finisse oggi i bianconeri sarebbero in Champions solo in virtù del finora unico scontro diretto.

Difficile pensare a una Champions senza la Juventus, che da ormai 8 stagioni consecutive partecipa al salotto calcistico più prestigioso; ma anche il Milan rischia di fallire l’appuntamento per il settimo anno di fila.

Un problema non solo italiano, anche all’estero ci sono numerose big che rischiano la ‘retrocessione‘ in Europa League. In Premier e in Bundesliga sono varie a tremare.

Leggi anche–> Juve, le ultime di mercato 

Champions League: paura Liverpool e Dortmund

Haaland
Haaland © Getty Images

In Premier League sarebbe clamorosa la non qualificazione alla Champions del Liverpool campione d’Inghilterra in carica. Klopp è al momento quinto in classifica, dietro a Chelsea e West Ham dirette concorrenti. Sembra invece tutto deciso per il Tottenham, troppo staccato dai primi quattro posti, e per l’Arsenal che al momento non è nemmeno in zona Europa League.

Volando in Germania è il Borussia Dortmund la big che rischia di rimanere fuori dalla prossima Champions. I gialloneri della Ruhr sono attualmente quinti ma a una sola lunghezza dal Francoforte quarto.

Sorprese, invece, non dovrebbero esserci in Liga, dove le big 3 stanno addirittura lottando per il campionato, e in Francia dove il PSG pur non essendo primo in classifica è a un rassicurante +5 sulla quinta posizione.