Home Calciomercato Esonero Pirlo, Udine non basta: decisione presa

Esonero Pirlo, Udine non basta: decisione presa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:03
CONDIVIDI

La posizione di Andrea Pirlo alla Juventus è sempre più critica. L’allenatore bianconero è vicino all’esonero che dovrebbe arrivare a fine stagione. La vittoria di Udine ha salvato momentaneamente la sua panchina ma non in ottica futura.

Esonero Pirlo
Pirlo © Getty Images

Esonero Pirlo, addio a fine stagione

La Juventus è pronta a cambiare allenatore e lo farà al termine della stagione in corso. La vittoria ottenuta ad Udine negli ultimi minuti di partita grazie alla doppietta di Cristiano Ronaldo non basterà a salvare la panchina di Pirlo. O meglio, le due reti del giocatore portoghese hanno di fatto aiutato il tecnico a tenere salda la sua posizione fino al termine della stagione durante la quale dovrà cercare di centrare la qualificazione alla prossima Champions League e di conquistare la Coppa Italia in finale contro l’Atalanta.

LEGGI ANCHE >>> JUVENTUS, ADDIO RONALDO: DESTINAZIONE DECISA

Pirlo, addio a fine campionato: c’è Allegri

Il cambio alla guida della squadra bianconera sembra essere ormai deciso con la Juventus che ha scelto Massimiliano Allegri per la propria panchina. Dopo due anni tornerà quindi l’allenatore livornese alla guida della Juventus per cercare di proseguire l’opera costruita in cinque anni con cinque scudetti di fila e l’accesso a due finali di Champions League. Andrea Pirlo saluterà e attenderà la chiamata di un altro club per cercare di proseguire la propria carriera cominciata subito guidando la squadra campione d’Italia in carica.

LEGGI ANCHE >>> JUVE, ALLEGRI RIPORTA IL BOMBER

Allegri
Allegri © Getty Images

Il finale di stagione sarà comunque decisivo per la Juventus che vuole chiudere l’annata con la conquista di un trofeo (Coppa Italia) ma soprattutto non vuole perdere la qualificazione alla Champions League. In questo senso diventa decisiva la partita contro il Milan in programma domenica prossima e l’accesso o meno alla massima manifestazione continentale cambierà necessariamente anche quelle che sono le strategie di calciomercato.