Home Calciomercato Calciomercato, la “pulce” contesa da tre big italiane

Calciomercato, la “pulce” contesa da tre big italiane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30
CONDIVIDI

Sarebbero tre i club di Serie A pronti a contendersi la “pulce”: scopriamo di chi stiamo parlando e le trattative in corso.

pulce tre club Serie A Vignato
Emanuel Vignato © Getty Images

Lui è un giocatore offensivo classe 2000, alla prima vera e propria stagione di Serie A della propria carriera. Stiamo parlando di Emanuel Vignato, ala destra del Bologna, che però in stagione è stato impiegato su vari fronti offensivi e del centrocampo. Proprio nell’ultima partita di campionato dei suoi contro la Fiorentina, l’italo brasiliano si è messo in mostra a tutt’Italia eseguendo ben 3 assist per i compagni, e guidando i suoi verso il pareggio finale per 3-3.

Con la maglia del Bologna in questa stagione è attualmente a quota 2 gol e 5 assist in 29 presenze, e si sta pian piano ritagliando sempre più spazio nella formazione titolare felsinea. Addirittura due anni fa fu cercato anche dal Barcellona, ma lui preferì il Bologna, e ad oggi viene paragonato per la propria tecnica ed eleganza sul campo di gioco a Lionel Messi, e viene soprannominato la “pulce”, nella città emiliana. Inoltre, ci sarebbero tre top club di Serie A che l’avrebbero messo nel mirino…

LEGGI ANCHE >>> Mourinho alla Roma riporta De Rossi e Totti in giallorosso

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, assalto ad Hakimi: parla l’agente

I tre club su Vignato del Bologna

Marotta e Nedved © Getty Images

Sulle tracce di Emanuel Vignato ci sarebbero proprio i tre club più importanti d’Italia: Juventus, Inter e Milan, pronti in un’agguerrita lotta in estate per aggiudicarsi il talentino italo-brasiliano. Attualmente Vignato è in scadenza con il Bologna nel 2024, e la sua valutazione è di 4,50 milioni di euro, cifra che comunque è destinata a lievitare drasticamente.

Per aggiudicarsi il cartellino del giocatore veneto in estate, i tre club dovranno sborsare una cifra verosimilmente vicina ai 10 milioni di euro, somma elevata per un classe 2000, ma che in futuro potrebbe ripagare pienamente. Abbiamo davanti il futuro crack del calcio italiano?