Milan, scadenze 2023: decisione drastica, non rinnova nessuno

Con il rinnovo di Maldini e Massara, si guarda già al futuro in casa Milan, in particolare al giugno 2023: il club prende la linea dura, nessun rinnovo in vista.

Prosegue con non pochi intoppi il calciomercato del Milan, che dovrà sfruttare appieno questi mesi bollenti per rinforzare e quantomeno colmare il gap con le principali rivali in Serie A. Se Juventus ed Inter hanno già chiuso colpacci del calibro di Pogba, Di Maria e Lukaku, i tifosi rossoneri ad oggi si devono “accontentare” unicamente dell’approdo di Divock Origi, ora svincolatosi ufficialmente dal Liverpool e pronto a sbarcare definitivamente a Milanello in questi giorni.

Calciomercato Milan Maldini Massara scadenza 2023 rinnovo
Maldini e Massara © LaPresse

Ad oggi però l’acquisto più importante del Milan, che in queste settimane ha visto svanire prima Botman e poi Renato Sanches, è senza ombra di dubbio il rinnovo di contratto dei due dirigenti rossoneri Maldini e Massara, tra i principali artefici della clamorosa vittoria dell’ultimo scudetto agguantato dalla squadra di Pioli. Ora l’area tecnica meneghina, vista la scadenza del nuovo contratto nel 2024, sarà in grado di fare programmazioni anche a lungo termine per il Diavolo. A tal proposito, la dirigenza meneghina avrebbe già deciso per l’addio di più giocatori, tutti in scadenza nel 2023 e pronti a lasciare il club.

Calciomercato Milan, Maldini fa piazza pulita: niente rinnovo per ben otto giocatori in scadenza

Calciomercato Milan Maldini Massara scadenza 2023 rinnovo
Paolo Maldini © LaPresse

Dopo Calhanoglu e Donnarumma, quest’estate è toccato a Romagnoli, sempre più vicino alla Lazio, e Kessié, in attesa dell’ok definitivo da parte del Barcellona, a dire addio a parametro zero al Milan, che ha deciso di non rinnovare il loro contratto. La stessa sorte spetterebbe inoltre a diversi giocatori in scadenza nel giugno 2023, con Maldini e Massara che si sarebbero già portati avanti nei lavori.

Per quanto riguarda Bakayoko, Castillejo, Caldara e il giovane attaccante Tsadjout, l’addio avverrà già in questa sessione di mercato. Mentre il francese, fuori dal progetto di Stefano Pioli da inizio 2022, farà ritorno al Chelsea, l’ala ex Villareal è già finita nel mirino di diversi club di Liga e Serie A, con il Milan pronto a cederlo all’arrivo di una prima offerta in denaro. Al momento il Diavolo sta cercando di inserire Caldara nello scambio per arrivare a Theate del Bologna, con Tsadjout che invece si prepara a trascorrere l’ultimo anno di contratto rossonero nuovamente tra le fila dell’Ascoli, pronto a riabbracciarlo a breve.

Niente rinnovo in vista invece per Plizzari, pronto ad essere ceduto ancora tramite la formula del prestito, e Tatarusanu, che con ogni probabilità reciterà il ruolo di secondo portiere anche in questa terza ed ultima stagione in rossonero. Persiste però ancora qualche dubbio su Olivier Giroud, visto i suoi 35 anni suonati sul groppone ma il ruolo ad oggi di vitale importanza negli schemi di Pioli, e Brahim Diaz, che nella prossima annata avrà l’ultima possibilità per dimostrare di meritarsi il riscatto da parte del Milan, che intanto però è alla serrata ricerca di un importante trequartista.

Previous articleIcardi, il ritorno in Serie A è possibile: una big sull’ex Inter
Next articleShaila Gatta, ci risiamo: spaccata in piscina e il perizoma sparisce