Calciomercato Juventus, futuro Pirlo e Ronaldo: l’annuncio di Nedved

Calciomercato Juventus, lunga intervista del vicepresidente bianconero Pavel Nedved: l’annuncio sul futuro di Pirlo e Cristiano Ronaldo

Calciomercato Juventus Cristiano Ronaldo Pirlo
Andrea Pirlo e Cristiano Ronaldo © Getty Images

Juventus, riflessioni sul futuro in corso

Giorni complessi in casa Juventus, la sconfitta con il Benevento ha lasciato molti strascichi. Bianconeri che dopo l’eliminazione dalla Champions League hanno perso contatto forse in maniera decisiva dalla vetta della classifica e rischiano seriamente di dover abdicare nella corsa scudetto a vantaggio dell’Inter. Il presidente Agnelli sta riflettendo con attenzione sulle mosse per il futuro, ma nonostante i rumours propagati dalla stampa a partire da domenica non sembrano esserci all’orizzonte ribaltoni nell’immediato.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, c’è l’annuncio: “Addio Pirlo ad una condizione”

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Dybala via con Ronaldo: la situazione

Calciomercato Juventus, Nedved ‘blinda’ Pirlo e Cristiano Ronaldo: l’annuncio

E nemmeno in vista della prossima stagione, prestando fede alle parole del vicepresidente bianconero Pavel Nedved che è stato intervistato da ‘Dazn’. Le sue dichiarazioni suonano come una conferma di tutti gli attuali protagonisti, a cominciare dal tecnico: “Pirlo è e sarà il nostro allenatore al 100%. Abbiamo avviato un progetto con lui, eravamo consapevoli che ci sarebbero state delle difficoltà. Siamo con lui, ha tutto per essere un grandissimo allenatore”. Nessun dubbio anche su Cristiano Ronaldo: “Non si tocca, ha un contratto fino al 2022 e resterà. Dopo, si vedrà. Ci ha dato slancio per entrare nell’Olimpo del calcio, dal punto di vista tecnico numeri alla mano non si discute. Ha segnato più di 100 gol in 120 partite”. Rivelazioni importante anche su Dybala: “Ha un altro anno di contratto, di lui hanno già parlato Paratici e Agnelli. Non aggiungo nulla, ma valutiamo le opportunità di mercato”. Infine, un ‘monito’ a Conte: “Adesso è obbligato a vincere, lo sa anche lui”.