Addio solo posticipato, saluta la Juventus a giugno

Grandi stravolgimenti di mercato in casa Juventus nell’ultima settimana, un possibile partente è rimasto a Torino ma saluterà in estate

L’ultima settimana di calciomercato per la Juventus è stata arroventata come non sembrava preventivabile. I bianconeri hanno impresso una decisa accelerazione e in pochi giorni hanno decisamente cambiato volto, mettendo a segno le operazioni che Allegri chiedeva.

Addio posticipato, saluta la Juventus a giugno
Massimiliano Allegri © LaPresse

Juventus, mercato da fuochi d’artificio: ribaltone totale

Prima di tutto, ça va sans dire, Dusan Vlahovic. Juventus che non sembrava avere la forza di andare a prendere subito il bomber serbo, per il quale la Fiorentina sparava alto. Ma il rischio di restare fuori dalla zona Champions per questa stagione era troppo alto e così la dirigenza bianconera ha deciso di forzare i tempi, anticipando di fatto un investimento che sarebbe stato fatto comunque in estate. L’affare Vlahovic, alla fine, è stato quasi interamente finanziato dalle cessioni di Rodrigo Bentancur e Dejan Kulusevski al Tottenham del grande ex Fabio Paratici, che in qualche modo ha fatto un ‘favore’ alla sua ex squadra. A centrocampo, per colmare il vuoto lasciato dall’addio dell’uruguaiano, è arrivato Denis Zakaria, mediano svizzero dalle caratteristiche graditissime ad Allegri per tempi di gioco e fisicità. Un altro colpo avrebbe potuto essere Nahitan Nandez, ma alla fine la quadra con il Cagliari non è stata trovata. Nel complesso, Juventus che può essere comunque estremamente soddisfatta di questa sessione, avendo anche provveduto a piazzare un esubero come Aaron Ramsey, finito ai Glasgow Rangers. C’è un ulteriore addio che invece non si è concretizzato, ma per il quale sembra solo questione di tempo. Tutto rimandato a giugno, ma alla fine la cessione dovrebbe esserci.

LEGGI ANCHE >>> Tradimento Kessié in Serie A: Maldini ha pronta la vendetta

Juventus, verso il sacrificio di Arthur in estate

Addio posticipato, saluta la Juventus a giugno
Arthur © LaPresse

Si tratta di quella di Arthur, che in un anno e mezzo in bianconero ha faticato tremendamente a prendersi la scena. In tempi recenti, ha espresso buone prestazioni, che hanno messo qualche dubbio ad Allegri sulla possibilità di insistere su di lui. Cosa che avverrà di certo nella seconda parte della stagione, dove servirà l’apporto da parte di tutti. Ma il brasiliano, alla fine, sarà ceduto per esigenze di bilancio. Non è stato trovato, alla fine, l’accordo con l’Arsenal, che insisteva su un prestito di breve durata, mentre la Juventus avrebbe voluto un accordo sulla base di 18 mesi.

LEGGI ANCHE >>> Il mercato si accende, nome a sorpresa: l’affare Bonucci è possibile

In estate, la Juventus proverà nuovamente a piazzarlo, cercando di ricavare il più possibile dalla sua cessione, anche con formule creative. L’intenzione sarebbe riuscire a ottenere tra i 40 e i 45 milioni di euro, per stabilizzare ulteriormente le casse del club.

Impostazioni privacy