Home Calciomercato Roland Garros, Nadal-Sinner: troppo Rafa per l’azzurro

Roland Garros, Nadal-Sinner: troppo Rafa per l’azzurro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:45
CONDIVIDI

Nadal-Sinner, di nuovo di fronte lo spagnolo e l’azzurro. Il numero 3 al Mondo è troppo forte e prevale in tre set

Nadal-Sinner
Jannik Sinner © Getty Images

A Parigi è cominciata quest’oggi la settimana decisiva del Roland Garros. Anche nella settimana che porterà al finale in programma in prossimo 13 Giugno il tennis italiano annovera ancora degli atleti tra i protagonisti dell’Open di Francia. Berrettini, Sinner e Musetti si sono conquistati i pass per gli ottavi di finale del torneo. Mentre Berrettini si è qualificato ai quarti grazie anche al forfait per motivi fisici di Roger Federer, Musetti è stato eliminato dopo 4 ore da Novak Djokovic. Nel tardo pomeriggio, invece, è il momento dell’altoatesino Sinner che cerca l’impresa contro il sempreverde Rafa Nadal.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—–>>> Musetti-Djokovic, rabbia e infortunio: il racconto di un’impresa sfiorata

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —->>> Roland Garros, Federer si ritira: Berrettini passa senza giocare

Primo Set

Dopo un inizio deludente di partita, Sinner riesce a ribaltare il 2-0 messo a segno da Nadal. Il bolzanino si spinge fino al 5-3. Lo spagnolo accorcia le distanze e con un break porta il set sul 5 pari. Nel momento decisivo esce fuori l’esperienza del campione, pur senza brillare. Nadal gioca bene, non sbaglia più e vince il set con il punteggio di 7-5.

Secondo Set

Lo spagnolo, sfruttando l’inerzia di fine primo set, parte con il turbo alla ripresa delle operazioni. Il numero 3 al Mondo si porta, infatti, subito sul 4-0 azzannando il match. Sinner riesce a tamponare l’impeto di Nadal e recupera i due break rientrando sul 4-3, ma, ancora una volta nel momento clou, lo spagnolo ha la meglio e chiude con il punteggio di 6-3.

Terzo set

Nadal replica il secondo set strappando il servizio per due volte all’italiano e va sul 4-0, ipotecando di fatto la sfida e dando il via a un vero e proprio show. Nei punti importanti la maggior classe ed esperienza dell’iberico prevale, Sinner lotta ma non c’è nulla da fare. Terzo parziale chiuso anche piuttosto rapidamente sul 6-0, l’altoatesino alza bandiera bianca rimandando ancora il momento della definitiva consacrazione.