Morte Vialli: “Avversario leale e forte, che battaglie”

Il mondo del calcio e non solo piange la morte di Gianluca Vialli. L’ex attaccante di Cremonese, Sampdoria e Juventus si è spento questa mattina. Forte il cordoglio di tutti gli sportivi che ne hanno sempre apprezzato il carattere, le qualità ed i modi di fare.

In queste ore sono in molti a raccontare il proprio ricordo dell’ex calciatore classe 1964, esprimendo il proprio dolore e l’apprezzamento della persona. Intervistato da Notizie.com, Fulvio Collovati ha raccontato la persona ed il calciatore Gianluca Vialli, esaltandone le doti umane prima che sportive, parlando di lui anche come avversario sul campo.

Morte Vialli, il ricordo
Vialli © LaPresse

Morte Gianluca Vialli, il ricordo di Collovati

Fulvio Collovati ha parlato così di Vialli: “Lo ricordo come un avversario leale e forte nei derby quando io ero al Genoa e lui alla Sampdoria. Poi per me è stato anche un compagno di squadra nella spedizione del mondiale nel 1986. Un ragazzo estremamente intelligente, del quale conosco benissimo la sensibilità”. Molto apprezzati i suoi modi di fare in tutti gli anni passati nel mondo del calcio. L’ex difensore ha così proseguito: “Stiamo parlando di una persona di rara sensibilità e nel calcio questa non è una caratteristica comune. In Messico abbiamo vissuto insieme un mese molto bello, stando insieme e scherzando. Preferisco ricordare il suo sguardo, sempre scherzoso ed intelligente. Non l’ho mai visto rabbuiato, ma sempre scherzoso. La vita con lui è stata molto crudele. Se da una parte gli ha dato la possibilità di diventare un calciatore molto forte, dall’altra l’ha portato a combattere contro un tumore e l’ha portato via troppo presto”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da U.S. Cremonese (@uscremonese)

Gianluca Vialli è morto, il cordoglio del mondo del calcio

Stanno arrivando da parte di tutto il mondo del calcio messaggi di solidarietà nei confronti dell’ex attaccante scomparso stamane. La Lega Serie A ha deciso di indire un minuto di silenzio prima dell’inizio delle partite della diciassettesima giornata di campionato. In casa Juventus, prima dell’inizio della conferenza stampa di Massimiliano Allegri c’è stato un minuto di silenzio dei giornalisti e dell’allenatore bianconero per ricordare l’ex centravanti bianconero. Molto toccante anche il ricordo della Cremonese che ha pubblicato sui propri social un video dedicato all’ex attaccante fondamentale nella spedizione italiana ad Euro 2020. Fondamentale infatti il suo ruolo di collante tra squadra e staff tecnico nella vittoria degli azzurri nell’europeo in Inghilterra. Proprio in Inghilterra è stato molto apprezzato grazie alla sua avventura nel Chelsea che lo ha amato sia da calciatore che da allenatore.

Previous articleAnnuncio e stangata: “La Roma vince senza gioco”
Next articleMorte Vialli, il gesto in conferenza stampa fa commuovere tutti