La vittoria non basta ad Allegri: “Non è cambiato niente, vada via”

Allegri e la Juventus portano a casa una vittoria pesantissima con l’Inter, ma per il tecnico livornese le critiche non sono finite

Il match tra Juventus e Inter per la 13esima giornata di campionato rivestiva, come noto, un’importanza cruciale per il campionato di entrambe. Una sfida che nessuno poteva fallire e che ha generato un esito, per lo stato di forma delle due squadre, piuttosto inatteso.

La vittoria non basta ad Allegri: "Non è cambiato niente, vada via"
Massimiliano Allegri © LaPresse

Juventus-Inter, la vittoria nel derby d’Italia vale il sorpasso per i bianconeri: è il momento del riscatto?

Pur con numerose assenze e con le difficoltà e le critiche di questo periodo, la Juventus ha fatto quadrato su se stessa, tenendo botta nel primo tempo di fronte alle ripetute palle gol dei nerazzurri e colpendo di rimessa nel secondo tempo con Rabiot e Fagioli. Un 2-0 che vale per Allegri il sorpasso in classifica ad Inzaghi e il -2 dalla zona Champions. In meno di un mese, in campionato i bianconeri con 4 vittorie di fila hanno quasi annullato il gap con la zona obiettivo minimo, anche se il tecnico livornese nel post partita ha ammesso di guardare anche più in alto, considerando che il campionato è ancora molto lungo e che dopo la lunga sosta per il Mondiale qualcosa potrebbe cambiare. Ma per il tecnico livornese c’è ancora da fare per risalire la china e l’ambiente vede ancora molte voci contrastanti nei suoi confronti.

Allegri, non basta vincere: i tifosi continuano a chiedere l’esonero

La vittoria non basta ad Allegri: "Non è cambiato niente, vada via"
Massimiliano Allegri © LaPresse

All’allenatore della Juventus, nessuno perdona un inizio di campionato col freno a mano tirato e una Champions abbandonata con 5 ko in sei partite. Su Twitter, il fronte degli AllegriOut è ancora larghissimo: “Con un allenatore la stessa squadra non sarebbe a -10 e fuori dalla Champions”, “Grande Allegri, bella vittoria, adesso vattene, “A parte il buon secondo tempo, la Juve non è tornata a giocare a calcio e Allegri resta solamente un comico, non cambia tanto, “Non mi esalterei troppo, altrimenti tra tre giorni ci ributtano sulla terra, quelli lì hanno sbagliato l’irripetibile e non si ripeterà”, “Ci sono troppe cose che non vanno ancora”, “Continuo a sperare che siano le ultime partite con Allegri”, “Il mio parere sulla guida tecnica non cambia di una virgola, non si può rimanere passivi e soffrire sempre come unica soluzione”, “Spero che questa vittoria non sia servita a salvare Allegri dall’esonero”, “La vittoria di Allegri? Due invenzioni di Kostic e Lautaro che si mangia il pareggio, il gioco continua a non esserci”, “Non basta una vittoria fortunata per nascondere lo scempio, anche ieri ci siamo salvati per miracolo”.

Previous articleMilan preoccupato, super colpo del Tottenham in Italia
Next articleLicia Nunez, riflesso bollente: l’intimo non mente, visione paradisiaca