Inter, adieu Hakimi: l’erede arriva dalla Premier. C’è l’apertura del club

Inter, si studia per l’arrivo dell’erede di Achraf Hakimi. Dall’Inghilterra c’è l’apertura del club per il calciatore che può vestire i colori nerazzurri per la stagione che sta per iniziare

Achraf Hakimi © Getty Images

L’ufficialità è arrivata solamente nella giornata di ieri: Achraf Hakimi ha lasciato l’Inter e ha firmato il contratto con il suo nuovo club, il Paris Saint Germain. La dirigenza nerazzurra sta lavorando per trovare il suo erede. Sono circolati tantissimi nomi, sia dalla Serie A che dai campionati esteri.

Non è un mistero che l’allenatore Simone Inzaghi voglia convincere Manuel Lazzari a raggiungerlo a Milano. Non è semplice perché prima, da convincere, c’è il patron Claudio Lotito che ancora non ha digerito l’addio del mister piacentino.

Secondo quanto riporta il quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport‘ l’amministratore delegato, Beppe Marotta, è pronto a bussare alla porta di un top club di Premier League per cercare il calciatore che prenderà il posto sulla corsia di destra lasciata vuota dall’ex Real Madrid e Borussia Dortmund.

LEGGI ANCHE >>> Addio Inter, ora è UFFICIALE: il big va via

Inter, interessa Bellerin: Arsenal apre al prestito

Bellerin Inter Arsenal
Hector Bellerin © Getty images

La rosea annuncia che l’Arsenal avrebbe aperto alla possibile cessione di Hector Bellerin. L’atleta è pronto a lasciare l’Inghilterra in prestito, a patto che venga inserito l’obbligo di riscatto (che verrà fissato a 20-25 milioni di euro). I nerazzurri sperano sempre nel “diritto“.

Nel caso in cui la trattativa dello spagnolo non dovesse andare in porto si guarda sempre in Inghilterra dove spicca un giocatore che conosce molto bene il campionato italiano. Si tratta di Davide Zappacosta, rientrato al Chelsea per fine prestito dal Genoa.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, clamoroso ritorno dell’ex in attacco: lo vuole Inzaghi

Previous articleRigore Jorginho, il gesto di Unai Simon fa il giro del web – VIDEO
Next articleOlimpiadi Tokyo 2020, Italia: ecco il sostituto di Sinner