Il derby pesa e salta la prima testa: addio in casa Inter

Il derby ha lasciato molti strascichi in casa Inter. La stracittadina ha decretato la seconda sconfitta consecutiva in trasferta. La prestazione della difesa ancora non ha convinto e la società nerazzurra sta facendo delle valutazioni molto importanti in tal senso.

Tre punti. Solo tre punti conquistati dall’Inter nelle ultime tre gare. La squadra di Simone Inzaghi ha fatto registrare due sconfitte nelle ultime tre partite disputate.

Inter
Inter

Sono costate carissimo le ultime due trasferte all’Inter che è uscita dal campo con zero punti e, soprattutto sei gol subiti. Complessivamente la difesa nerazzurra, seconda miglior retroguardia della scorsa stagione con soli 32 gol subiti, ha già visto Handanovic raccogliere 8 palloni dalla porta. Qualcosa che, praticamente, vede l’Inter già inseguire le rivali, soprattutto il Milan. Dopo 5 giornate l’Inter risulta già in ritardo con i soli 9 punti conquistati sin qui. Al momento, la classifica risulta molto corta, sono solo due, infatti, le lunghezze che separano la squadra di Inzaghi dal Napoli e dal Milan.

Questo, però, non basta ai tifosi nerazzurri che stanno già muovendo delle accese critiche nei confronti dell’ex tecnico della Lazio, reo di non saper leggere bene i momenti delle partite e, soprattutto, di sbagliare le scelte per quanto riguarda le sostituzioni. La situazione in casa Inter, quindi, non è delle migliori e anche il calendario non depone in favore della squadra campione d’Italia nella stagione 2020-2021. Dopo il derby, infatti, la “beneamata” dovrà vedersela, infatti, con il Bayern Monaco nella prima gara valida per la fase a gironi della Champions League 2022-2023. Una sfida tutt’altro che semplice. Sarà necessario, per l’Inter, cominciare al meglio il percorso in Champions League, anche perchè il gruppo C conta anche il Barcellona.

Inter, prime valutazioni in casa nerazzurra: De Vrij può partire a parametro zero!

L’Inter, ad ogni modo, si lecca le ferite e la dirigenza sta cominciando a fare alcune valutazioni nell’immediato e per il prossimo futuro. Tutti restano sotto la lente di ingrandimento, ma ovviamente il focus principale è tutto sulla difesa. La prestazione della retroguardia nelle ultime uscite non è piaciuta molto neanche alla dirigenza che, al pari dei tifosi, ha storto un po’ il naso. Dunque, l’esecutivo nerazzurro richiede dei miglioramenti a stretto giro. Ad ogni modo, non è escluso che qualche modifica della difesa potrebbe verificarsi nel corso della prossima sessione estiva di calciomercato. Infatti, secondo alcuni rumors, De Vrij, che ha un contratto in scadenza nel 2023, potrebbe non rinnovare e lasciare, così, a parametro zero la squadra nerazzurra.

Previous articleShaila Gatta, ma il costume c’è? Il lato ‘B’ è da censura
Next articlePari e spettacolo, voto altissimo: una gioia per il fantacalcio