Prima la Conference e poi l’addio: Mourinho saluta il suo difensore

Prima la conquista della Conference League e poi l’addio alla fine di questa stagione: il tecnico Mourinho è pronto a salutare il difensore che starebbe quasi con le valigie in mano.

Prima, però, è intenzionato a conquistare l’obiettivo che la squadra ha prefissato dall’inizio dell’anno: ovvero il trofeo targato Uefa, la nuova competizione che è stata snobbata da alcuni e che invece ha visto i giallorossi i possibili candidati a vincerla. Poi dopo si discuterà sul futuro del calciatore che, a quanto pare, potrebbe essere molto lontano dalla Capitale. Se ne parlerà a giugno, ma il futuro sembra oramai scritto: ultime tre partite con i giallorossi e poi saluterà tutti.

José Mourinho © LaPresse

Roma, prima la Conference e poi i saluti

L’umore a Roma, sponda giallorossa, è altissimo. Non potrebbe essere altrimenti visto che dopo quindici anni la squadra si ritrova a giocare una finale di una competizione. Sia italiana che estera, i “lupacchiotti” dopo una stagione in campionato per nulla esaltante hanno la possibilità di aggiungere un altro trofeo in bacheca alla fine di questa stagione. L’obiettivo è chiaro (e neanche troppo impossibile): conquistare la Conference League. Appuntamento a Tirana, mercoledì 25 maggio, contro gli olandesi del Feyenoord. Un avversario che la squadra ha già affrontato pochi anni fa e che ha causato non pochi problemi: in particolar modo nelle strade della città dove hanno devastato e danneggiato alcune opere importanti.

Adesso, però, la concentrazione è rivolta in vista degli ultimi impegni di campionato dove la squadra intende qualificarsi al quinto posto che gli permetterebbe di partecipare in Europa League. Impossibile che si qualifichi tra le prime quattro visto che l’aritmetica ha già sancito chi disputerà la Champions League il prossimo anno. Adesso, però, si pensa al futuro e soprattutto al calciomercato. In particolar modo un difensore pronto a lasciare il club: prima però ha obiettivi seri, proprio come il resto dei suoi compagni di squadra.

Roma, Ibanez prepara le valigie: ma prima ha un appuntamento importante

Roger Ibanez © LaPresse

Roger Ibanez non ha vissuto assolutamente una delle sue migliori stagioni. Tanto è vero che ha attraversato più bassi che alti. E’ vero che qualche gol lo ha segnato per la gioia della squadra (ed anche per i fantallenatori), ma sono molte le occasioni in cui è sceso in campo senza a fare la differenza. Anzi, a volte si è rivelato un vero problema per il suo team. A giugno ci sarà un incontro con la società per chiarire la sua posizione: nel caso di una possibile cessione si guarderà intorno. Specialmente in Liga dove ha alcuni ammiratori.

Previous articleSara Croce stende tutti solo in reggiseno: curve pericolose
Next articleEva Padlock, perizoma e intimo trasparente: il VIDEO a letto toglie il fiato