Guai per Allegri, verdetto emesso: out contro la Cremonese

La Juventus sta lavorando sul campo per arrivare al meglio alla gara contro la Cremonese del prossimo 4 gennaio, da cui ripartirà il campionato di Serie A dei bianconeri. Vlahovic però potrebbe non esserci visti i soliti problemi legati alla pubalgia. A tal proposito a fare il punto ci ha pensato il collega Gianni Balzarini. 

Tanti gli argomenti che circondano in questo momento la Juventus. Al netto delle vicende extra campo che rubano l’occhio e l’attenzione, la squadra di Allegri resta concentrata sulle prossime tappe con l’inizio del 2023 alle porte.

Juventus, l'annuncio su Vlahovic
allegri © LaPresse

Juventus, da Mac Allister al futuro di Rabiot

Il campo ma anche il mercato rappresentano le prossime tappe della Juventus, che lavora su più fronti. La Cremonese sarà il primo ostacolo del 2023 sul cammino della squadra di Allegri mentre il centrocampo rappresenta il nodo da sciogliere nelle prossime sessioni di mercato tra gennaio e giugno. Rabiot è un tassello importantissimo da provare a rinnovare, al netto delle enormi difficoltà e di un futuro probabile altrove, mentre Mac Allister è il nuovo che avanza e stuzzica.

https://www.youtube.com/watch?v=kY2d3Djp5Vw&ab_channel=OneMediaVideo

Proprio a partire dall’argentino ha parlato il giornalista Gianni Balzarini ai microfoni di ‘Calciomercato.it’ in diretta sul canale Twitch di TvPlay: “C’è una premessa fondamentale da fare. Credo che non si muoverà nulla fino al 18 gennaio quando ci sarà il nuovo CdA. In questo momento possono esserci delle prese di contatto, delle telefonate, degli incontri, ma fino a quando non si insedierà il nuovo CdA è difficile pensare di imbastire un discorso su una trattativa. Mac Allister è saltato fuori ultimamente, è un buon giocatore, se avesse giocato con un’altra nazione probabilmente ora non varrebbe quei 40-45 milioni di euro di cui si parla ora”.

Su Rabiot invece: “È chiaro che la Juventus preferirebbe perderlo adesso per fare cassa, ovviamente non i 25 milioni di euro della scorsa estate come da accordo con lo United, ma penso che 10-15 milioni ora sarebbero molto graditi. Detto questo, non è semplice perché lui spara alto con le cifre, fuori budget per le italiane ed alte anche per le altre squadre europee. Il Newcastle è molto interessato a Rabiot e ancora il Manchester United, ma dieci milioni sono tanti. E’ chiaro che al tempo stesso Allegri sta spingendo per provare a fargli rinnovare il contratto. Chiaramente a Rabiot non è piaciuto il fatto che la Juventus lo avesse ceduto allo United, e magari c’è quella matrice di orgoglio, ma Allegri è l’unico che può davvero convincerlo”.

Juventus, Vlahovic tra i problemi fisici e il futuro

Juventus, l'annuncio su Vlahovic
Dusan Vlahovic © LaPresse

Per quanto riguarda il prossimo futuro legato al campo lo step da compiere si chiama Cremonese. Una partita in cui secondo Balzarini potrebbe non esserci Vlahovic: “Penso che lui sia stato colpito dalla peggiore delle complicazioni fisiche per un atleta. Mentre tutte le altre hanno una data d’inizio e di fine, come ad esempio la rottura di un crociato, ma con la pubalgia non c’è un qualcosa di definito, è una situazione con la quale convivere tutti i giorni, navigando a vista, ma non ti permette di stilare una prognosi precisa. In questo momento lui non è disponibile, non può allenarsi come gli altri, è molto difficile, se non impossibile, che possa esserci il quattro gennaio a Cremona”.

Impostazioni privacy