Sotto esame per evitare l’esonero: due partite fondamentali

Periodo intenso per il Genoa di Davide Ballardini, sotto esame ancora di più dopo il cambio societario. Il suo lavoro è sotto osservazione: saranno determinanti i risultati 

Esonero Ballardini © Getty images

Diciannove stagioni e altrettanti allenatori diversi per il Genoa di Enrico Preziosi che nelle scorse ore ha formalizzato la cessione del club e il relativo passaggio a 777 Partners, una società di investimenti alternativi con sede a Miami. In un comunicato ufficiale si apprende: “Il nuovo gruppo proprietario che acquisterà il 99,9% del capitale sociale del Genoa verserà nuovo capitale nel club e si assumerà alcune passività correlate. 777 Partners utilizzerà la sua esperienza nelle industrie dello sport, dei media e dell’intrattenimento per aiutare a commercializzare ulteriormente le operazioni del club. Il precedente proprietario, Enrico Preziosi, rimarrà nel consiglio di amministrazione, mentre il CEO Alessandro Zarbano continuerà a gestire le operazioni quotidiane del club”. “Siamo profondamente onorati di diventare parte di un club con una storia, un patrimonio e una tradizione così grande come il Genoa”, ha detto Josh Wander, fondatore e Managing Partner di 777 Partners.

LEGGI ANCHE >>> Inter, sirene spagnole per Skriniar: Inzaghi trema

LEGGI ANCHE >>> Il bomber saluta il Real Madrid: che sfida tra Juventus, Milan e Inter

Calciomercato Genoa, Ballardini ancora sotto esame con la nuova proprietà

Intanto il Genoa sul campo continua a lavorare agli ordini di Davide Ballardini, reduce da un pareggio per 2-2 contro il Bologna acciuffato proprio nei minuti finali con un calcio di rigore di Criscito. Inizio altalenante di stagione per i liguri che hanno vinto una sola partita, offrendo un gioco non sempre esaltante. Nei giorni scorsi si erano inoltre susseguite le prime voci relative ad un eventuale esonero dello stesso Ballardini, di fatto sotto esame prima col Bologna (gara pareggiata), e poi contro il Verona nel prossimo scontro diretto.

Sarà uno spartiacque importante insieme alla sfida alla Salernitana che precede la sosta. Nelle prossime due gare la nuova proprietà attende risultati positivi per non rischiare di far vacillare la fiducia in Ballardini che potrebbe così giocarsi il futuro prima della sosta. Due sconfitte di fila contro dirette concorrenti potrebbero infatti mettere in pericolo la sua panchina. Diversi gli allenatori attualmente senza squadra in caso di clamoroso ribaltone: da Nicola a Iachini e Pirlo passando per Prandelli, Giampaolo e Maran. Quest’ultimo era stato accostato nelle scorse ore per raccogliere eventualmente l’eredità di Castori a Salerno.

Previous articleTempesta Juve | “Sbaglia tutto, vendiamolo subito”
Next articleAllegri ancora nella bufera: spunta anche lo striscione contro di lui – FOTO