La situazione è irreversibile: ‘chiamato’ Zidane, cambio in estate

Neanche un cambio d’allenatore spesso porta i risultati sperati e quel cambio di rotta preventivato. Le scelte fanno la differenza e lo sanno bene i top club che hanno sempre l’ambizione di puntare ai massimi traguardi. 

Fuori dai giochi al momento tra i top coach c’è Zinedine Zidane che però in estate è destinato a divenire una pedina di spicco per una panchina importante. Un altro esonero di lusso sembra irreversibile.

Esonero Rangnick: sogno Zidane
Zidane ©LaPresse

Il Manchester United stecca ancora: è giallo su Rangnick e i tifosi sono una furia

Tutt’altro che indimenticabile la stagione di ritorno a Manchester di Cristiano Ronaldo, in crisi realizzativa in questo 2022 e complessivamente ben lontano dalle posizioni di testa in Premier League. L’annata dei ‘Red Devils’ non è partita sotto i migliori auspici con l’esonero di Solskjaer nei mesi scorsi e il conseguente arrivo di Ralf Rangnick, che però non ha portato in dote i benefici sperati.

La lotta per il quarto posto in Premier League si fa sempre più complicata e la squadra non sembra riuscire a mantenere un ritmo continui ne dal punto di vista del gioco ne tantomeno da quello dei risultati. Lo United ha infatti steccato anche nel recente derby contro il City perso per 4-1 con polemiche annesse sia per la prova offerta dalla truppa di Rangnick che per l’assenza di Cristiano Ronaldo.

Manchester United, Rangnick esonero a fine stagione: il sogno è Zidane

Esonero Rangnick: sogno Zidane
Rangnick Ronaldo ©LaPresse

Il passaggio da Solskjaer a Rangnick non ha portato benefici particolari ed anzi le polemiche si sono moltiplicate con l’hashtag #RalfOut che impazza ed evidenzia la voglia di un nuovo esonero da parte dei tifosi sui social. Ecco alcuni messaggi: “Hai licenziato Solskjaer per nominare questo tizio che non conosce nemmeno le posizioni dei suoi giocatori e vuole solo prendere il controllo. #Ralfout”, “Ole non è stato licenziato per queste esibizioni? #Ralfout”, “#Ralfout Esonerate l’insegnante di educazione fisica”, “Solskjaer era decisamente migliore di lui“, “Porta Ralf fuori da questo club”, “Ho una strana sensazione che Rangnick sia il problema. Lo United non gioca in un certo modo. Prima di lui Conte, Zidane e compagni erano a disposizione. Almeno avrebbero potuto usare questa stagione per costruire con meno pressione. Ora un nuovo allenatore deve ricominciare tutto da capo perché Ragnick non ha fatto niente!”.

C’è poi chi non solo vorrebbe l’esonero di Rangnick (probabilissimo a fine stagione) ma anche l’arrivo di Zidane: “Sinceramente non credo che Rangnick sappia come gestire così tanti “grandi” nomi, non l’ha mai fatto prima. Lo United ha bisogno di un nome importante, e Zidane è solo uno che viene in mente come realizzabile ora che Conte ha sparato agli Spurs”, “Zinedine Zidane sarebbe perfetto per loro, tirerebbe fuori il meglio da questi giocatori. Questa squadra, dal punto di vista calcistico, è quasi crollata sul campo di gioco.”, “Affinché il Manchester United possa migliorare, dovrebbe vendere Maguire e Fred oltre a portare nuovi manager come Zidane o Pochettino”.

Previous articleWanda Nara, allenamento rovente: il reggiseno è troppo piccolo – FOTO
Next articleElodie, balletto bollente in intimo: “Bagno a mezzanotte” – VIDEO