Esonero Pioli, la misura è colma: ora è rivoluzione Milan

Altro pesante ko per il Milan che, dopo la sconfitta contro la Lazio dice definitivamente addio ai sogni scudetto con un Napoli che chiude il girone di andata con ben dodici punti di vantaggio sulla seconda. In casa rossonera invece è crisi totale con l’esonero di Pioli che non sembra più una decisione impossibile.

Forse la peggiore prestazione del Milan in questo 2023 con gli uomini di Pioli che avevano già sofferto tantissimo, in particolare nella Supercoppa persa con l’Inter per 3-0. I rossoneri hanno perso anche agli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Torino e pareggiato in campionato contro Roma e Lecce.

Esonero Pioli, svolta in casa Milan
Pioli

Milan, ko contro la Lazio e rischio esonero per Pioli

La dirigenza del Milan è molto delusa dalla pesante sconfitta arrivata all’Olimpico contro gli uomini di Sarri. Il 4-0 è un risultato che non va giù al club che ora valuterà anche la posizione di Stefano Pioli con l’esonero che non è da escludere. C’è grande riconoscenza nei confronti di un tecnico che ha saputo rilanciare la squadra dopo annate molto difficili, portando la società alla vittoria del campionato lo scorso maggio. Un risultato che non passerà di certo inosservato nelle valutazioni della società che però non può accettare un atteggiamento del genere in questo inizio del 2023. Il Milan è lontano parente di quello del 2022 con i rossoneri che appaiono molli sulle gambe ed ormai totalmente fuori target dal punto di vista mentale. Un Milan che deve ancora conquistare la qualificazione alla prossima Champions League con molte squadre pronte a lottare per un posto tra le prime quattro.

Milan, esonero in vista per Pioli
Leao e Tonali © LaPresse

Esonero Pioli rimandato solo alla prossima estate?

Appare però difficile che il Milan possa decidere per l’esonero del proprio tecnico a metà stagione. Molto complicato in questo momento trovare un nuovo tecnico che possa guidare Leao e compagni fino al termine del campionato in corso. Non è invece da escludere che il tecnico possa essere allontanato al termine della stagione. Un esonero che arriverebbe quasi certamente nel caso in cui i campioni d’Italia in carica non dovessero centrare la qualificazione alla prossima Champions League. Sia per questioni di prestigio che economiche, il Milan non può permettersi di restare fuori dalle prime quattro. Fatta eccezione per il Napoli non c’è squadra in Serie A che per ora può dirsi certa di qualificarsi alla prossima massima manifestazione continentale.

Il 4-0 dell’Olimpico rischia di chiudere un’epoca in casa Milan. Un ciclo durato davvero poco con i rossoneri che si sono trovati ad abdicare dopo una sola stagione. Ora il club è chiamato a salvare la faccia in una stagione che era partita bene ma che è proseguita nel peggiore dei modi.

Previous articleSospiro di sollievo Milan: ha detto sì al rinnovo
Next articleVoti Lazio-Milan, triplo 4 in pagella: disastro rossonero