Coronavirus, duro attacco di Godin all’Italia

Godin
Godin Coronavirus

CORONAVIRUS, GODIN PARLA DELLA SITUAZIONE IN ITALIA – Si tratta di uno di quei giocatori, nel nostro campionato, che hanno lasciato l’Italia dopo il periodo di quarantena per raggiungere in patria la propria famiglia. Molti calciatori sudamericani sono partiti alla volta dei loro paesi, dove rimarranno fino a quando non si saprà qualcosa di certo sull’eventuale ripresa del campionato. Diego Godin ha quindi lasciato Milano per l’Uruguay, dove ha parlato della situazione attuale che si vive in Italia. Il difensore non ha lesinato qualche critica a come è stata gestita la situazione: “Noi calciatori siamo stati esposti fino all’ultimo momento. hanno continuato a tirare la corda per vedere se si poteva continuare a giocare, fino a quando la situazione non è stata insostenibile e il sistema sanitario è crollato” ha detto ad ESPN.

Coronavirus, le ultime dal mondo del calcio

Coronavirus, Godin all’attacco

L’ex capitano dell’Atletico Madrid poi passa “all’attacco” delle autorità italiane, colpevoli di aver sottovalutato il diffondersi del virus nella sua fase iniziale. “All’inizio non è stata data molta importanza al coronavirus” ha detto “si pensava che fosse un problema cinese e che non avrebbe raggiunto altri Paesi. Hanno preso le misure a poco a poco, piuttosto lentamente“.

Juventus, la fidanzata di Dybala parla del Coronavirus: