Milan affranto, nuovo tradimento: lascia i rossoneri e va alla Juve

Il Milan corre per vincere lo scudetto, ma a fine anno diversi giocatori lasceranno i rossoneri: addio e nuova avventura con la Juventus

Lo scudetto per il Milan, dopo la vittoria in rimonta per 3-1 contro il Verona, inizia ad essere più vicino. I rossoneri hanno ancora due partite davanti, prima di laurearsi campioni d’Italia, contro Atalanta e Sassuolo. Impegni non semplici, ma i due punti di vantaggio e lo scontro diretto a favore contro l’Inter, che insegue, permetterebbero alla squadra di Pioli di vincere il titolo anche pareggiando una delle due sfide. E’, in ogni caso, il momento di serrare i ranghi e non mollare, per festeggiare l’ambito traguardo.

Milan affranto, nuovo tradimento: lascia i rossoneri e va alla Juve
Paolo Maldini e Ricky Massara © LaPresse

Milan, il mercato che sarà: con o senza scudetto, fuochi d’artificio

Sarà già il tempo, comunque, di pensare al futuro, a breve. Sullo sfondo, il cambio al vertice della società, con il gruppo Investcorp che potrebbe rilevare il club da Elliott. Anche se negli ultimi giorni si è parlato dell’inserimento di Red Bird. Il Diavolo, in ogni caso, entrerà in una nuova era, che potrebbe portarlo a ricalcare i fasti dei tempi che furono, in Italia e in Europa. Anche senza la vittoria dello scudetto, i nuovi proprietari garantirebbero un mercato non faraonico magari, ma di certo importante. Con il simbolo sulla maglia, però, potrebbe esserci un ‘bonus’ per far felici i tifosi. Questo per quanto riguarda gli acquisti, che a prescindere da tutto la dirigenza dell’area sportiva (Maldini, Massara, Moncada) sta provando a mettere a segno sotto traccia, o almeno per alcuni di questi (Botman, Origi, forse Renato Sanches e Asensio). Ma ci saranno anche, e questo è chiaro, diversi addii, alcuni anche dolorosi. E uno potrebbe portare un milanista ormai in uscita alla Juventus.

Milan, bye bye Romagnoli: a Torino per ricominciare

Milan affranto, nuovo tradimento: lascia i rossoneri e va alla Juve
Alessio Romagnoli © LaPresse

L’addio in questione è quello di Alessio Romagnoli, in scadenza di contratto e con un rinnovo ormai definitivamente archiviato come impossibile. Le negoziazioni non hanno avuto buon esito e, con qualche rimpianto, il Diavolo lo lascerà andare. Per lui, la necessità di rilanciarsi, dopo le ultime stagioni vissute da comprimario. Un rilancio che potrebbe avvenire in casa della Juventus.

I parametri zero stuzzicano sempre la fantasia dei bianconeri, a Torino devono oltretutto colmare il vuoto che lascerà l’addio di Chiellini, giunto a sua volta a fine corsa. La sensazione è che il difensore milanista possa tornare utile alla causa e del resto è stato seguito già a più riprese in passato.

Previous articleJovana Djordjevic, la scollatura è devastante: ma dov’è finito il reggiseno?
Next articleGasperini, ciclo finito e addio Atalanta: nuova panchina in Serie A