Calciomercato, addio Milan | C’è l’offerta da oltre 25 milioni

Rafael Leao potrebbe anche non proseguire la sua avventura al Milan. C’è indecisione intorno al portoghese che piace sempre in Premier League 

Rafael Leao © Getty Images

Un buon inizio prima di un graduale ridimensionamento. Così si è sviluppata l’ultima stagione al Milan di Rafael Leao, polivalente attaccante portoghese che ha ampi margini di miglioramento, ma che al contempo è chiamato a dimostrare tutto il proprio valore prima che sia troppo tardi. In casa rossonera si riflette infatti anche sul destino dell’attaccante lusitano dal quale ci si aspettava sicuramente un impatto maggiore. Per questa ragione nel caso in cui dovesse arrivare una buona offerta, verrebbe presa in considerazione dal club meneghino che così facendo metterebbe ulteriormente a posto anche il bilancio.

LEGGI ANCHE >>> Per chi tifa Pierluigi Pardo? Gli appassionati rimangono senza parole

LEGGI ANCHE >>> Juventus, addio doloroso: super scambio col top club di Liga

Calciomercato Milan, riflessioni su Leao: piace in Premier. Spunta l’offerta

Nonostante un potenziale non ancora del tutto espresso, Rafael Leao mantiene comunque una folta schiera di estimatori in giro per l’Europa, ed in particolare in Premier League dove c’è il solito Wolverhampton. I Wolves, dall’alto della loro colonia portoghese potrebbero far gola all’attaccante del Milan. Lo stesso agente Jorge Mendes ha piazzato molti suoi assistiti nella squadra inglese nel corso delle ultime annate.

In questo senso, secondo quanto rivelato dal giornalista lusitano Pedro Almeida, il Wolverhampton avrebbe anche offerto al Milan 25 milioni di euro più 3 di bonus per prelevare Rafa Leao. Ci sarebbero dunque contatti avanzati per discutere dell’eventuale trasferimento in Inghilterra dell’attaccante portoghese, il cui costo peraltro nelle ultime due annate è stato anche largamente ammortizzato in parte. In caso di cessione di Leao andrà inevitabilmente rivista anche la struttura dell’attacco del Milan, recentemente potenziato da Giroud.