“Addio alla Juventus a gennaio, non serve”: bocciatura in diretta

La situazione in casa Juventus è sempre più una polveriera, occhio alla rivoluzione di gennaio: invocata una cessione pesante

La Juventus sta vivendo un avvio di stagione davvero da incubo, in maniera sorprendente rispetto a quelle che sembravano le premesse estive. Dopo due quarti posti consecutivi, la società si era attivata sul mercato per regalare ad Allegri gli innesti necessari per tornare a essere protagonista in Italia e in Europa. Ma le cose, purtroppo per i bianconeri, stanno andando assai diversamente.

"Addio alla Juventus a gennaio, non serve": bocciatura in diretta
Andrea Agnelli, Federico Cherubini, Maurizio Arrivabene © LaPresse

Juventus, fuori dalla Champions e in ritardo in campionato: bisogna già correre per evitare il disastro totale

La situazione, a metà ottobre, propone uno scenario che definire preoccupante è quasi un eufemismo. Situazione compromessa in Champions League, con una eliminazione ai gironi molto vicina a materializzarsi e che avrebbe del clamoroso, oltre ad avere effetti devastanti sulle casse del club. E in campionato non va meglio, anzi, con un ritardo cospicuo già accumulato nei confronti delle prime posizioni. Il tempo per recuperare, in teoria, ci sarebbe, ma bisogna iniziare, logicamente, a correre, per non perdere ulteriore terreno. Un primo checkpoint (anche sul futuro di Allegri?) si avrà tra un mese, a metà novembre, quando il campionato verrà sospeso fino ai primi di gennaio per il Mondiale. Essere ancora più staccati dal treno di testa rappresenterebbe un macigno a cui sarebbe difficile porre rimedio nel nuovo anno. Non a caso, la Juventus valuta già possibili mosse per gennaio, dal punto di vista del mercato. In entrata, ma anche in uscita, con risvolti che potrebbero anche essere clamorosi a dir poco.

Juventus, ‘sacrificio’ Vlahovic a gennaio: “Puntare su di lui è stato un errore”

"Addio alla Juventus a gennaio, non serve": bocciatura in diretta
Dusan Vlahovic © LaPresse

Uno dei giocatori che sta vivendo un momento davvero nero (ma è difficile trovare uno juventino brillante, di questi tempi) è Dusan Vlahovic. Il serbo sta faticando notevolmente non tanto e non solo a segnare, ma a entrare nei meccanismi di gioco e sembra la bruttissima copia del giocatore ammirato con la Fiorentina. Su di lui, il giornalista Giancarlo Padovan esprime un parere piuttosto netto: “Questo Vlahovic non serve alla Juventus, è stato un errore puntare su di lui e non su Paulo Dybala. Tuttavia ha ancora una reputazione a livello internazionale e per non disperdere i 70 milioni di euro per i quali è stato acquistato si potrebbe anche pensare di cederlo a gennaio”. Uno scenario che sarebbe eclatante, ma, in un momento di crisi così esasperata per i bianconeri, niente si può escludere.

Previous articleCristina Buccino, il vestito sale troppo: gambe tutte scoperte
Next articleMilinkovic-Savic altro che Juve: già deciso il futuro