Juventus, flop totale e addio dopo solo un anno: decisione presa

Cambiano gli scenari in casa Juventus, uno degli acquisti di mercato destinato all’addio a fine stagione: ecco il sostituto

E’ una stagione, quella della Juventus, in cui praticamente nulla, finora, è andato come previsto. I bianconeri erano attesi come grandi protagonisti dell’annata, ma si trovano già fuori dalla Champions League e costretti a rincorrere in campionato.

Juventus, flop totale e addio dopo solo un anno: decisione presa
Agnelli, Cherubini e Arrivabene © LaPresse

Juventus, un mercato deludente: ora bisogna correre ai ripari, nell’immediato e per il futuro

Non è stata soltanto l’uscita dalla fase a gironi della principale competizione europea, decisamente imprevista, a fare male, ma anche il modo in cui è avvenuta. Una presa senza condizioni, praticamente, con una sola vittoria e ben 5 sconfitte. Un ruolino di marcia disastroso, che solo per il rendimento ancor più disastroso del Maccabi Haifa ha permesso di staccare il pass per gli spareggi per accedere al tabellone di Europa League. Una competizione che la Juventus dovrà provare a onorare, parallelamente a un campionato in cui occorre ricucire uno strappo importante dalla vetta. E dire che la Juventus avrebbe dovuto essere una delle favorite per il mercato condotto. Invece, i principali acquisti estivi hanno quasi tutti deluso. Pogba non si è praticamente visto per gli infortuni, Di Maria quasi, Paredes ha fatto molto male. Kostic e Bremer, a sprazzi, hanno mostrato di poter essere utili ma hanno anche loro qualcosa da farsi perdonare, il solo Milik ha avuto un grande impatto. Tra gennaio e giugno, la Juventus dovrà intervenire con decisione per colmare le lacune e per avviare una ennesima ricostruzione. Il destino di uno dei nuovi acquisti, in particolare, sembra già segnato.

Juventus, niente conferma per Paredes: tutti i nomi per il nuovo regista

Juventus, flop totale e addio dopo solo un anno: decisione presa
Leandro Paredes © LaPresse

Leandro Paredes non ha convinto, nelle gare in cui è sceso in campo. Dall’argentino ci si attendeva che potesse essere uomo d’ordine, in grado di dare coerenza alla manovra e compattezza in fase di non possesso, tutte cose che sono mancate. Gli accordi con il Psg, come noto, prevedono l’obbligo di riscatto al verificarsi di determinate condizioni sportive. Un obbligo di riscatto che alla Juventus costerebbe circa 22 milioni di euro e che però i bianconeri non sembrano intenzionati ad esercitare. L’argentino, per non raggiungere il numero di presenze ‘minimo’ che farebbe scattare l’obbligo di riscatto, potrebbe uscire dalle rotazioni di Allegri nella seconda parte della stagione. La Juventus avrebbe già individuato il suo sostituto: bianconeri che andranno all’assalto di Jorginho, vecchio obiettivo in scadenza di contratto con il Chelsea.

Previous articleMiriam Leone, una ‘Eva Kant’ da paura: calze a rete da infarto
Next articleMadalina Ghenea, imprevisto in vacanza: lo scatto preoccupante