Juventus, il caso Pogba cambia tutto: gli scenari

I tempi per il recupero di Paul Pogba si allungano di nuovo, le condizioni del francese cambiano gli scenari in casa Juventus

In estate, il grande ritorno di Paul Pogba alla Juventus, a sei anni dal suo addio, era stato salutato nell’ambiente bianconero e non solo come uno dei colpi di mercato più significativi. Il francese era ritenuto come uno dei giocatori che avrebbe potuto dare nuovamente lustro alla formazione di Massimiliano Allegri e dare un valore aggiunto nella rinnovata corsa verso le prime posizioni. Ma le cose sono andate molto diversamente.

Juventus, il caso Pogba cambia tutto: gli scenari
Paul Pogba © LaPresse

Juventus, grande preoccupazione per Pogba: Allegri lancia l’allarme, ritorno sempre più lontano

Il tempo di una sola amichevole, nella tournée negli Stati Uniti a luglio, e poi un infortunio al menisco, che tra scelte di gestione sbagliate e complicazioni di vario genere ha di fatto tolto di mezzo il giocatore fino a questo momento, e forse ancora per diverso tempo. Pogba si stava preparando per tornare a disposizione della Juventus per la seconda parte di stagione, ma negli ultimi giorni sulle sue condizioni è tornato l’allarme.

I tempi di recupero si sono allungati ancora (qualcuno ipotizza che forse lo si possa rivedere in campo a febbraio, ma non è detto) e Massimiliano Allegri ha deciso di fare chiarezza, alla fine della gara amichevole con l’Arsenal, con dichiarazioni nette e che hanno colto di sorpresa: “Finora Pogba in allenamento non ha fatto un metro, non so quando lo avrò a disposizione”. E’ evidente che i bianconeri dovranno fare a meno di lui ancora a lungo e che devono riflettere bene sulle prossime mosse. Il nuovo stop cambia anche gli scenari per il mercato, in maniera piuttosto concreta.

Juventus, come cambia il mercato con il nuovo stop di Pogba: annuncio in diretta, svolta su Rabiot e non solo

Juventus, il caso Pogba cambia tutto: gli scenari
Adrien Rabiot © LaPresse

Ne ha parlato, a ‘Top Calcio 24’, il giornalista Luca Momblano, esperto delle cose di casa Juve, spiegando: “In caso di assenza di Pogba ancora molto prolungata, cambierebbe tutto per Rabiot. A gennaio poteva già andare in Premier League, a questo punto resterà, per andare via a parametro zero. Per quanto riguarda McKennie, dipenderà molto dalle offerte che dovessero arrivare. Virtualmente è sul mercato, ma non mi stupirei se restasse fino all’estate. Paredes allo stesso modo resterà fino a giugno, ma non verrà riscattato: al Psg non lo rivogliono indietro a gennaio e le condizioni per la permanenza non scatteranno”.

Previous articleColpo di scena, tre strade per cambiare il futuro: Zidane in Serie A
Next articleColpo Sirigu a gennaio, affare in porta