Stavolta è definitivo: Daniel saluta il Milan, addio alla dinastia Maldini

Il Milan potrebbe chiudere in maniera definitiva la storia con la dinastia Maldini in campo. Dopo la cessione in prestito allo Spezia, il giovane Daniel potrebbe dire addio al club dove è cresciuto per passare a titolo definitivo in un’altra squadra di Serie A o estera. Le offerte per lui non mancano.

Autore del gol che spaventò il Milan in casa contro lo Spezia, Daniel Maldini è pronto a salutare, questa volta a titolo definitivo, il club meneghino in vista della prossima stagione. Il giovane attaccante piace a diverse squadre in Serie A ed in Spagna e per lui l’avventura in rossonero potrebbe non proseguire.

Milan, addio Daniel Maldini
Daniel Maldini © LaPresse

Calciomercato, Daniel Maldini pronto a salutare il Milan

Il classe 2001, fermato nella prima parte di stagione da un infortunio, si sta imponendo nello Spezia nelle ultime giornate, andando in rete proprio contro il Milan a San Siro. Gotti sta dimostrando di puntare molto sul giovane gioiello per un campionato difficile con una salvezza da conquistare. Il figlio di Paolo è risultato spesso tra i migliori in campo, dimostrandosi più che pronto per il campionato di Serie A. Sulle sue tracce ci sarebbero diverse squadre, pronte a prenderlo a titolo definitivo in vista della prossima estate o in prestito con diritto di riscatto. In Italia Sassuolo, Bologna e Fiorentina seguono con attenzione i suoi progressi per valutare un’offerta in vista dell’estate.

Calciomercato, Paolo saluta Daniel Maldini
Paolo Maldini © LaPresse

Il Milan prepara la plusvalenza con Maldini

Il giocatore viene valutato dal Milan circa 5 milioni di euro ma non è escluso che con una buona seconda parte di stagione il suo valore possa alzarsi ulteriormente. Essendo un prodotto del vivaio il club potrebbe andare a registrare un’importante plusvalenza in ottica futura. Un dispiacere per i tifosi che non vedrebbero più un Maldini con la maglia rossonera ma una buona entrata per le casse rossonere, con il club da sempre molto attento a far quadrare i conti. Molto quindi dipenderà da quello che sarà il rendimento del giovane in questa seconda parte di campionato con il Milan pronto a fare cassa in vista di luglio.

Detto ciò non è da escludere che, se Maldini dovesse dimostrare di crescere in maniera esponenziale nelle restanti 23 giornate di campionato, il Milan non possa decidere di tenerlo in vista della prossima stagione. Il club tra l’altro dovrà fare i conti con ogni probabilità con l’addio di Leao (molto amico di Daniel tra l’altro) e potrebbe dare una chance al ragazzo.

Impostazioni privacy