Bonaventura, ci siamo: addio Fiorentina, clamoroso ritorno nella big

Giacomo Bonaventura, adesso veramente ci siamo: il calciatore sta per lasciare la Fiorentina a parametro zero. Difficile che possa prolungare il contratto a questo punto, per lui si prospetta un clamoroso ritorno nella big

Si può definire un ritorno romantico quello del centrocampista, anche se da qualche anno sta giocando un po’ più avanti come trequartista. Questo può essere una buona notizia per il suo futuro allenatore che può schierarlo nelle posizioni in cui vuole e dove lo riterrà più opportuno. Con i viola sarà addio dopo solamente due anni dal suo arrivo a Firenze.

Giacomo Bonaventura © LaPresse

Bonaventura, pronto l’addio a Firenze

Arrivato a parametro zero nel 20202, Giacomo ‘Jack‘ Bonaventura è pronto a salutare la città di Firenze. Il suo contratto non verrà rinnovato dalla dirigenza viola che ha altri obiettivi per quella zona del campo. Il suo contributo, però, in campo lo ha sempre dato. Anzi, in queste due stagioni ha sempre onorato la maglia che sta indossando, anche se le strade con il club prenderanno una via decisamente diversa. Poco importa se fino a questo momento della stagione il classe ’89 ha collezionato 30 presenze (considerando anche i match di Coppa Italia oltre a quelli di campionato) fornite da 3 gol e ben 7 assist che ha fornito ai suoi compagni di squadra. Ora con la pausa per le nazionali cercherà di recuperare al meglio le energie per essere al 100% della forma in vista del ritorno in campo tra due settimane. Nelle ultime otto partite di campionato il calciatore ci tiene a fare bene e vuole conquistare quante più vittorie possibile per centrare un posto in Europa. Anche se questo appare molto difficile visto che la concorrenza è tanta. Come riportato in precedenza, però, lo stesso atleta è pronto ad iniziare una nuova avventura. Anche se in questo caso si tratta di un clamoroso ritorno nella squadra.

Atalanta, dove tutto ebbe inizio

Giacomo Bonaventura © LaPresse

Proprio così: dove tutto ebbe inizio. A 18 anni, nel 2007, fece il suo esordio con i nerazzurri. Poi i prestiti al Pergocrema e al Padova per farsi le ossa, fino al ritorno alla ‘Dea‘ dove rimane per un bel po’ di anni e diventa un vero e proprio punto di riferimento della squadra. In quattro anni riesce a segnare ben 23 reti prima della chiamata del Milan che lo acquista nel 2014.

Adesso per il calciatore si apre una nuova possibilità in nerazzurro: Gasperini lo apprezza come calciatore ed è pronto a garantirgli un ruolo comunque importante nella squadra: un uomo di esperienza che per l’Atalanta potrebbe significare tanto.

Previous articleL’Inter ha deciso, è lui il nuovo bomber: si chiude per 35 milioni
Next articleIsola già caldissima: mini bikini per Jovana Djordjevic, zoom inevitabile