Caso Skriniar, addio fascia da capitano: scelto il sostituto

In casa Inter tiene banco il caso Skriniar. Il centrale slovacco è in scadenza di contratto ed il suo agente è stato chiaro sul suo futuro affermando che il giocatore lascerà la squadra meneghina in vista della prossima stagione. Addio a zero quindi a fine stagione anche se l’Inter non chiude ad una cessione last minute in questo mese di gennaio.

Serata complicata per Milan Skriniar quella vissuta lunedì contro l’Empoli. Il giocatore infatti è stato protagonista di un’espulsione nella partita contro gli uomini di Zanetti. Partita poi persa dall’Inter che ha detto quindi addio definitivamente ai sogni scudetto. Ora però si apre il problema capitano per la squadra di Simone Inzaghi con il tecnico chiamato a trovare un sostituto.

Inter, nuovo capitano dopo Skriniar
Skriniar © LaPresse

Inter, addio Skriniar certo: i nerazzurri valutano la cessione immediata

Appurata di fatto la volontà di Milan Skriniar di non voler proseguire la sua carriera all’Inter, la società sta valutando come gestire la sua posizione in queste ore. Il club infatti dovrà decidere se cercare di cedere il difensore già in questi ultimi giorni di mercato di gennaio o aspettare la separazione a zero in vista del prossimo giugno. Una cessione nelle prossime ore potrebbe garantire all’Inter un’entrata di circa 10-15 milioni di euro andando a sistemare le casse della società. Dal punto di vista tecnico però si complicherebbe il compito per Simone Inzaghi che dovrebbe ricevere da Marotta ed Ausilio un sostituto di livello in poche ore disponibili. Dalla situazione Skriniar però nasce un altro problema, quello relativo alla fascia da capitano.

Inter, Inzaghi deve scegliere il nuovo capitano
Inzaghi © LaPresse

Nuovo capitano Inter, doppio nome per sostituire Skriniar

I nomi che si fanno in casa Inter per la nuova fascia da capitano sono due. Preso atto anche dell’addio di Handanovic, ormai secondo di Onana, Simone Inzaghi ha in mente due calciatori per la guida in campo della squadra. Il primo è Nicolò Barella, classe 1997, centrocampista e punto fermo sia dal punto di vista tecnico che caratteriale della squadra di Simone Inzaghi. L’altro è Alessandro Bastoni. Il difensore classe 1999 è una colonna della squadra nerazzurra che sa di poter fare affidamento su di lui in ottica futura. Il calciatore ha il contratto in scadenza nel giugno del 2024 e l’Inter è costantemente al lavoro per proseguire la carriera in nerazzurro dell’ex giocatore del Parma.

La decisione del cambio di fascia dovrebbe arrivare però solamente all’addio di Skriniar per non destabilizzare lo slovacco che dovrà essere un punto fermo fino a quando sarà a disposizione di Inzaghi.

Previous articleZaniolo, Conte ci riprova: mossa a sorpresa
Next articleMistero Berrettini, ritorno col giallo: quando rientra in campo