Scandalo Lazio: “A Formello partitelle 3 contro 3” ma sono vietate

Scandalo Lazio: “A Formello partitelle 3 contro 3” ma sono vietate. I biancocelesti giocano una partitella proibita. Possibile reazione del Governo?

Scandalo Lazio: “A Formello partitelle 3 contro 3” ma sono vietate

Scandalo Lazio partitelle
Simone Inzaghi, allenatore della Lazio © Getty Images

FORMELLO (ROMA) – Una partitella tre contro tre in un campo nascosto per la Lazio che potrebbe portare ad una dura rezione del Governo. Come riportato dal Corriere della Sera, i biancocelesti sono scesi in campo per le consuete sedute individuali ma al termine di questo allenamento una piccola sfida con regole particolari. Il problema, però, è che al momento sono vietate. Il via libera di questi allenamenti di gruppo è atteso per il 18 maggio ma la Lazio e anche altre compagini sono pronte ad intensificare in questi giorni gli esercizi fisici in vista del futuro.

LEGGI ANCHE —> SERIE A, LA DATA PER LA RIPARTENZA

Serie A, dal 18 maggio il via libera agli allenamenti

Presto in Serie A dovrebbero iniziare gli allenamenti di gruppo. Il Governo, infatti, nel prossimo decreto è intenzionato ad inserire la possibilità di effettuare sedute collettive in un ambiente molto particolare visto che i giocatori non potranno uscire dall’albergo e vivere 15 giorni in clausura in attesa di ulteriori controlli per verificare eventuali casi positivi.

Senza nuovi contagi la maggioranza sembra essere intenzionata a dare il proprio via libera alla ripresa del campionato ma la decisione sarà presa solo nei prossimi giorni in base all’andamento della curva.

LEGGI ANCHE —> SERIE A, SPADAFORA SULLA RIPRESA

Previous articleEmily Ratajkowski, in canottiera e senza reggiseno: che trasparenza!
Next articleCalciomercato Benevento, colpaccio in attacco in vista della promozione