Milan, non c’è pace: salta un altro colpo, parole chiare

Il Milan dovrà rinunciare ad un colpo sul quale Massara lavora da molto tempo: l’annuncio è chiarissimo, il calciatore ha già deciso.

Pochi giorni e i club avranno già la possibilità di depositare i contratti dei nuovi calciatori. Di affari chiusi e solo da mettere nero su bianco al momento c’è poca traccia, ma le telefonate fra i club non sono mancate, e molti calciatori sono pronti ad ascoltare le richieste in arrivo.

Mykhailo Mudryk
Mykhailo Mudryk festeggia dopo un gol (LaPresse)

C’è poi un mercato parallelo, che per tanti club non è solo una necessità dettata dalle cifre altissime che circolano, ma una chiave per lanciare talenti e poi magari rivenderli accettando offerte importanti. Le risorse non consentono ai club italiani di spendere molto, e tanti direttori sportivi guardano all’estero puntando giovani da lanciare nel campionato italiano. Questo tipo di lavoro di scouting premia club come il Milan e il Napoli che hanno trovato elementi fondamentali per le loro vittorie, ma anche società che non competono per i primi posti, ma riescono a tenere i conti in regola.

C’è quindi una pista sulla quale Massara da grande esperto di mercato ha lavorato a lungo. Porta ad un calciatore giovane, che ha già mostrato di poter diventare una stella e che in questa stagione ha messo insieme numeri da sogno. Il prezzo, però, sarebbe già lievitato, e l’annuncio dell’agente del calciatore va in una direzione ben precisa.

L’annuncio spaventa il Milan

Mykhaylo Mudryk
Mykhaylo Mudryk (LaPresse)

Sette gol e sette assist in 12 partite allo Shakhtar, dribbling ubriacante, forza fisica e ottime doti in zona gol. Mykhaylo Mudryk fu lanciato da De Zerbi, che in più occasioni sottolineò quanto il talento ucraino avrebbe potuto realizzare il sogno di diventare una stella a livello mondiale. Chi lo osserva da vicino e da tempo sa bene che le sue caratteristiche lo rendono un calciatore unico, ma in diretta su TvPlay, Carlo Nicolini, vice di Darjo Srna, chiarisce quali sono gli ostacoli per le italiane.

“Mudryk? Per noi vale più di Antony del Manchester United”. Considerato che i Red Devils hanno speso circa 100 milioni per l’ex Ajax, la trattativa diventa inaccessibile. Nicolini ha inoltre chiarito che allo Shakhtar considerano Mudryk un calciatore dello spessore di Mbappé, Vinicius e Leao, e di certo saranno i prossimi anni a chiarire se paragoni all’apparenza molto azzardati possono essere realistici. Intanto però qualcuno potrebbe riempire d’oro il club. Pare che l’Arsenal stia tentando di avvicinarsi alla cifra richiesta dallo Shakthar, e il Milan, già tagliato fuori dalla valutazione, dovrebbe definitivamente accantonare una pista sulla quale lavora ormai da molti anni.

Previous articleAinett Stephens, maglia senza reggiseno: tutti fanno zoom
Next articleScelto Vicario in porta, si forza l’affare già per gennaio