Home Calciomercato Milan, niente Giroud: l’alternativa ad Ibrahimovic è italiana

Milan, niente Giroud: l’alternativa ad Ibrahimovic è italiana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:01
CONDIVIDI

Il Milan non ha intenzione di pagare il cartellino di Giroud che ha rinnovato con il Chelsea visto che il club londinese ha attivato l’opzione unilaterale per prolungare l’accordo con il francese. Per i rossoneri ci sono due strade per portare un’alternativa in attacco a Zlatan Ibrahimovic.

Milan Ibrahimovic
Ibrahimovic © Getty Images

Calciomercato Milan, difficile arrivare a Giroud

Da diverse settimane il nome maggiormente accostato al Milan per quello che riguarda l’attacco è quello di Olivier Giroud. Il francese era in scadenza di contratto con il Chelsea con il club londinese che però ha deciso di prolungare con il classe 1986 che non potrà quindi liberarsi a parametro zero. I rossoneri non hanno intenzione di pagare il cartellino di un giocatore di 35 anni e stanno vagliando altre piste per il proprio attacco. Al momento sembrano essere due i giocatori nel mirino di Massara e Maldini, entrambi italiani.

LEGGI ANCHE >>> DONNARUMMA VERSO IL PRESTITO IN SERIE A

Belotti Milan
Belotti © Getty Images

Milan, Belotti o Scamacca per l’attacco

Le soluzioni per l’attacco dei rossoneri sembrano essere Belotti e Scamacca. Il primo è in uscita dal Torino con la Roma che sembra essere in pole position anche se non ha esaudito la richiesta da 25 milioni di euro di Cairo per il proprio capitano. Il Milan potrebbe inserirsi nella trattativa, seguendo da anni l’evoluzione del centravanti granata che da piccolo tifava per i rossoneri. L’altro nome è quello che porta a Scamacca, reduce da una buona stagione con il Genoa ma di proprietà con il Sassuolo. Il giocatore era stato seguito già a gennaio ed in estate potrebbe arrivare in rossonero anche se non appare facile l’accordo con il club neroverde.

LEGGI ANCHE >>> SKY, TRATTATIVA PER HAKIMI NEL VIVO

Scamacca Milan
Scamacca © Getty Images

Nel frattempo in casa Milan sono i giorni dedicati ai riscatti dei calciatori in prestito. Accordo raggiunto ormai sia per Tomori che per Tonali per i quali si attende l’ufficialità. Si lavora per trattenere un altro anno Brahim Diaz, mentre Dalot e Meité appaiono destinati a salutare.