Juve, non c’è limite al peggio: ora Allegri rischia davvero, i sostituti

Altro tracollo per la Juventus, sconfitta anche dal Maccabi Haifa: e adesso Allegri è veramente a un passo dall’esonero

La Juventus maturava propositi di riscatto in questa stagione, dopo due annate molto deludenti. Sta riuscendo, incredibilmente, a fare peggio delle precedenti, ed è quanto di più lontano si possa immaginare rispetto al club che aveva dominato per un decennio in Italia e aveva sfiorato due volte il trionfo in Champions League.

Juventus, non c'è limite al peggio: ora Allegri rischia davvero
Massimiliano Allegri © LaPresse

Sprofondo Juventus, eliminazione dalla Champions a un passo

L’Europa si conferma una vera e propria maledizione per i bianconeri, ma la compagine di Allegri ha fornito l’ennesima prova sconcertante di questo avvio di stagione. In Israele, contro il Maccabi Haifa, serviva vincere per darsi una speranza di qualificazione agli ottavi. E invece i biancoverdi, battuti la settimana scorsa a Torino, si sono riscattati con una grande prova, letteralmente ridicolizzando i piemontesi. I due gol di Atzili, nel primo tempo, hanno condannato Allegri e soci, ma specie nella prima frazione il divario avrebbe potuto essere più ampio. E’ una Juventus che non ha gioco, non ha ritmo, in campo non esprime praticamente nulla. E che non ha trovato nemmeno una reazione d’orgoglio, limitandosi a qualche palla gol estemporanea. Un flop che non ha giustificazioni, per il quale è difficile trovare anche le spiegazioni. E che mette quasi del tutto la parola fine all’avventura in Champions dei bianconeri, tenuti in gioco solo dall’aritmetica. A questo punto, a rischio persino il terzo posto nel girone che garantirebbe l’accesso all’Europa League. E adesso, quale sarà il destino di Allegri?

Esonero Allegri, gli scenari: pazienza finita da parte del club? Ore delicatissime

Juventus, non c'è limite al peggio: ora Allegri rischia davvero
Il gol dell’1-0 del Maccabi Haifa contro la Juventus © LaPresse

Prima della partita, in tv, la dirigenza aveva ribadito la fiducia all’allenatore livornese. Ma se possibile le prestazioni stanno peggiorando e la sua posizione appare a rischio, nonostante il super contratto che fin qui l’ha posto al sicuro dai ribaltoni. Una Juventus fuori dagli ottavi di Champions, che rischierebbe anche di non raggiungere il quarto posto in campionato (che già oggi dista sette lunghezze), vedrebbe una situazione economica disastrosa davanti a sé. Il tutto potrebbe far stringere i tempi ad Agnelli, e cercare di cambiare in corsa con un nuovo allenatore. Vedremo cosa succederà nelle prossime ore, ma è indubbio che ci saranno riflessioni importanti da fare. La soluzione low cost porterebbe a quella ‘interna’, con la promozione dalla Under 19 di Montero. Alternativa sempre contenuta economicamente potrebbe essere Carrera. Altrimenti, liberi su piazza ci sono Zidane, Tuchel, Pochettino. Per tutti questi allenatori, occorrerebbe un maxi ingaggio, ma c’è un patrimonio economico che va altrettanto preservato.

Previous articleElisa De Panicis sullo yacht è illegale: il corpetto scopre tutto
Next articleC’è l’ok del giocatore: addio anticipato a gennaio, saluta l’Inter