Rivoluzione in casa Juventus: quattro certi dell’addio

Una vera e propria rivoluzione quella che si potrebbe verificare in casa Juventus a partire dalla prossima stagione. Una stagione che non vedrà affatto, come presidente, Andrea Agnelli. In questo momento si può considerare tranquillamente l’ex presidente della compagine bianconera. Un addio assolutamente da dimenticare, se si pensa dal punto di vista dei risultati

L’ultimo match lo ricorderanno ancora per molto i calciatori di Allegri. Una umiliazione quella che ha subito la ‘Vecchia Signora’ allo stadio ‘Diego Armando Maradona‘ contro il Napoli di Luciano Spalletti. Se gli azzurri si trovano in prima posizione di classifica, in Serie A, un motivo ci sarà. Una lezione di calcio quella che è stata descritta da molti addetti ai lavori. Non potrebbe essere altrimenti. A Torino subito si è ritornati al lavoro in vista del prossimo incontro che li vedrà impegnati giovedì sera contro il Monza di Raffaelle Palladino. Una partita in cui i bianconeri vogliono e devono ripartire per ritrovare il morale.

Juventus, aria di rivoluzione: sfoltimento rosa a giugno

Le otto vittorie consecutive, con tanto di reti non subite, sono state spazzate via dai partenopei che hanno umiliato i piemontesi. Una differenza netta che si è vista da ogni parte. Dal punto di vista del gioco e non solo. Il tecnico Massimiliano Allegri riconosce gli errori e soprattutto la superiorità dei suoi avversari. Probabilmente, in questa partita, ha capito anche chi potrà fare parte della prossima stagione e chi invece può rimanere. Nel frattempo la dirigenza continua a lavorare. Non solamente dal punto di vista dell’entrata, ma in particolar modo in uscita. Tanto è vero che sono in quattro certi dell’addio. A meno di clamorosi colpi di scena (anche se risulta molto difficile) faranno le valigie e saluteranno tutti. I tifosi sentiranno la mancanza di qualcuno, ma non proprio di tutti.

Juventus, in quattro pronti ad andare via a fine stagione

Si tratta di quei calciatori che sono in scadenza di contratto e che, allo stesso tempo, hanno molto mercato. In primis troviamo Alex Sandro e Juan Cuadrado. Il primo potrebbe provare una esperienza all’estero, mentre il secondo potrebbe continuare ancora in Italia dove alcune squadre sarebbero pronte a dargli non un ruolo da protagonista ma quasi. Infine troviamo Adrien Rabiot e Angel Di Maria. Il primo è stato un oggetto misterioso in questi ultimi anni, salvo poi “rinascere” e far vedere a tutti le sue qualità. Ora la Premier League lo punta fortemente. Mentre per l’argentino è risaputo il fatto che voglia ritornare in Argentina, precisamente al Rosario Central, per chiudere la propria carriera.

 

Previous articleLaura Cremaschi, un ‘balconcino’ che esplode: il vestito non la contiene
Next articleSkriniar, brutte notizie per l’Inter: l’annuncio